Procedura : 2020/2585(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : O-000017/2021

Testi presentati :

O-000017/2021 (B9-0017/2021)

Discussioni :

PV 10/06/2021 - 13
CRE 10/06/2021 - 13

Votazioni :

Testi approvati :


Interrogazioni parlamentari
PDF 66kWORD 12k
17 marzo 2021
O-000017/2021
Interrogazione con richiesta di risposta orale  O-000017/2021
alla Commissione
Articolo 136 del regolamento
Lucia Ďuriš Nicholsonová, Rosa Estaràs Ferragut, Pierfrancesco Majorino, Jordi Cañas, Stefania Zambelli, Katrin Langensiepen, José Gusmão
a nome della commissione per l'occupazione e gli affari sociali
 Risposta in Aula 
 Oggetto: Autismo e occupazione inclusiva

L'autismo è una disabilità complessa e permanente vissuta in modo diverso da ciascuna persona affetta. Secondo le stime cinque milioni di persone in Europa rientrano nello spettro dell'autismo(1). Le persone autistiche, indipendentemente dalle loro esigenze di sostegno, subiscono un elevato livello di discriminazione in tutti gli aspetti della vita, compresi l'istruzione e la formazione professionale, con conseguenti scarsi risultati occupazionali. La disoccupazione colpisce in modo sproporzionato le persone autistiche, anche quelle con un livello di istruzione superiore alla media(2). Il loro tasso di occupazione è inferiore al 10 %(3), ben al di sotto dei tassi del 47 % per le persone con disabilità e del 72 % per le persone senza disabilità. Inoltre spesso sono sottoccupate, lavorano in posti di lavoro precari e/o di breve durata con retribuzioni molto basse, spesso all'interno di istituti e contesti protetti, e sono ad alto rischio di povertà ed esclusione sociale. La pandemia ha lasciato loro minori opportunità di istruzione e di occupazione a causa dell'abbandono scolastico, del licenziamento e della sospensione dei servizi di sostegno e degli interventi basati su elementi concreti. In merito al loro diritto di partecipare pienamente alla società su base paritaria con gli altri, e con riferimento alla nuova strategia sulla disabilità(4), alla direttiva sulla parità in materia di occupazione(5), al piano d'azione del pilastro europeo dei diritti sociali, agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e alla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, la commissione per l'occupazione e gli affari sociali desidera porre alla Commissione i seguenti quesiti:

1. Cosa intende fare per migliorare le prospettive di sviluppo personale e i risultati occupazionali delle persone autistiche, in particolare per quanto riguarda la protezione nell'ambito dei quadri giuridici in materia di sicurezza sociale, condizioni di lavoro, salari minimi e non discriminazione nelle istituzioni, sostegno personalizzato e specializzato nell'istruzione e nella formazione e nella transizione tra questi e l'occupazione, e approcci personalizzati per individuare le esigenze e migliorare l'occupabilità (anche con procedure di assunzione modificate e corsi di formazione basati su dati concreti per i datori di lavoro), al fine di garantire un'occupazione di qualità e inclusiva con pari retribuzione, come per le persone senza disabilità, e un accomodamento ragionevole, l'impiego di tecnologie assistive e l'utilizzo dei fondi dell'UE in questo contesto?

2. In che modo intende migliorare e garantire concretamente la raccolta e il monitoraggio di dati disaggregati di qualità sulla situazione occupazionale delle persone autistiche, comprese le persone con condizioni concomitanti, altre disabilità e negli istituti e nei contesti protetti?

3. Quali misure concrete propone per tenere conto della qualità della vita, della diversità della situazione e delle esigenze delle persone affette dallo spettro dell'autismo, nonché degli effetti della pandemia e della discriminazione intersettoriale cui sono confrontate nei settori, tra l'altro, dell'istruzione, dell'edilizia abitativa, dell'occupazione, della protezione sociale e dell'inclusione, e al fine di garantire che gli Stati membri affrontino le loro esigenze specifiche nell'attuazione della strategia dell'UE sulla disabilità?

Presentazione: 17.3.2021

Scadenza: 18.6.2021

(1)Prevalenza stimata di 1 persona su 100 affetta da autismo, cfr. Elsabbagh, M. et al, "Global Prevalence of Autism and Other Pervasive Developmental Disorders" (Prevalenza globale dell'autismo e altri disturbi dello spettro autistico), Autism Research, Vol. 5, nr. 3, 2012; Fombonne, E. et al, "Prevalence of Autism Spectrum Disorders in a Total Population Sample" (Prevalenza dei disturbi dello spettro autistico in un campione della popolazione totale), The American Journal of Psychiatry, Vol. 168, nr. 9, 2011; Rete di monitoraggio dell'autismo e delle disabilità dello sviluppo, "Prevalence of Autism Spectrum Disorders – Autism and Developmental Disabilities Monitoring Network, 14 Sites, United States, 2008" (Prevalenza dei disturbi dello spettro autistico - Rete di monitoraggio dell'autismo e delle disabilità dello sviluppo, 14 siti, Stati Uniti), Morbidity and Mortality Weekly Report: Surveillance Summaries, Vol. 61, nr. 3, 2012; Mattila et al 2011; Saemundsen, E. et al, "Prevalence of autism spectrum disorders in an Icelandic birth cohort" (Prevalenza dei disturbi dello spettro autistico in una coorte di nascita islandese), BMJ Open, 2013; Baird, G. et al, "IQ in children with autism spectrum disorders: data from the Special needs and Autism Project (SNAP)" (Il QI nei bambini con disturbi dello spettro autistico: dati provenienti dal progetto sui bisogni specifici e l'autismo), Psychological Medicine, Vol. 41, nr. 3, 2011.
(2)Riedel, A. et al, "Well Educated Unemployed – On Education, Employment and Comorbidities in Adults with High-Functioning Autism Spectrum Disorders in Germany" (Disoccupati ben istruiti - istruzione, occupazione e comorbidità negli adulti con disturbi dello spettro autistico ad alto funzionamento in Germania), Psychiatrische Praxis, Vol. 43, nr. 1, 2016.
(3)Presentazione di Autism-Europe in seno alla commissione per l'occupazione e gli affari sociali del Parlamento europeo del 5 novembre 2019, disponibile al seguente indirizzo: https://www.autismeurope.org/wp-content/uploads/2019/11/presentation_employment_autism_final2.pptx.pdf.
(4)Strategia per i diritti delle persone con disabilità 2021-2030 (COM(2021)0101.
(5)Direttiva 2000/78/CE del Consiglio, del 27 novembre 2000, che stabilisce un quadro generale per la parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro (GU L 303 del 2.12.2000, pag. 16).
Lingua originale dell'interrogazione: EN
Ultimo aggiornamento: 22 marzo 2021Note legali - Informativa sulla privacy