Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 43kWORD 17k
2 dicembre 2020
P-005555/2020(ASW)
Risposta del Vicepresidente esecutivo Valdis Dombrovskis
a nome della Commissione europea
Riferimento dell'interrogazione: P-005555/2020

In linea con le direttive di negoziato ricevute dal Consiglio a luglio 2019 per la modernizzazione del trattato sulla Carta dell'energia (ECT), a maggio 2020 la Commissione ha presentato una proposta di testo iniziale volta a riformare la protezione degli investimenti e le norme in materia di risoluzione delle controversie, come pure a introdurre nuove disposizioni in tema di sviluppo sostenibile e cambiamenti climatici(1). Uno degli obiettivi della riforma è l'allineamento del trattato sulla Carta dell'energia all'accordo di Parigi e agli obiettivi del Green Deal.

I negoziati per la modernizzazione del trattato sulla Carta dell'energia sono in fase iniziale: sono cominciati a luglio 2020 e finora si sono svolti soltanto tre cicli, l'ultimo dei quali ha avuto luogo all'inizio di novembre 2020.

La Commissione ritiene che il miglior risultato possibile sia una riforma del trattato sulla Carta dell'energia. Un recesso unilaterale dell'UE e degli Stati membri da un trattato sulla Carta dell'energia non riformato attiverebbe la clausola di caducità («sunset clause»), in base alla quale il trattato continuerebbe ad applicarsi agli investimenti esistenti per un periodo di 20 anni. Questo potrebbe dar luogo a nuove controversie investitore-Stato nell'ambito delle norme non riformate, anche per quanto riguarda gli investimenti esistenti nei combustibili fossili. Per questo motivo la Commissione è fortemente impegnata a portare avanti i negoziati di modernizzazione in corso.

La Commissione continuerà a esaminare periodicamente l'avanzamento dei negoziati. Se gli obiettivi fondamentali dell'UE, tra cui l'allineamento all'accordo di Parigi, non dovessero essere raggiunti entro un periodo di tempo ragionevole, la Commissione potrà valutare altre opzioni, compreso un recesso dal trattato sulla Carta dell'energia.

(1)https://trade.ec.europa.eu/doclib/press/index.cfm?id=2148
Ultimo aggiornamento: 4 dicembre 2020Note legali - Informativa sulla privacy