Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 42kWORD 10k
8 marzo 2021
P-001294/2021
Interrogazione prioritaria con richiesta di risposta scritta  P-001294/2021
alla Commissione
Articolo 138 del regolamento
Luisa Regimenti (ID), Matteo Adinolfi (ID), Simona Baldassarre (ID), Francesca Donato (ID), Silvia Sardone (ID), Lucia Vuolo (ID), Tudor Ciuhodaru (S&D), Elena Lizzi (ID)
 Risposta scritta 
 Oggetto: Trattamenti COVID e assistenza domiciliare

Migliaia di pazienti muoiono di coronavirus ogni giorno e, come se non bastasse, le varianti SARS-CoV-2, che ancora non sappiamo se resistano al vaccino, continuano a diffondersi a ritmi sostenuti.

Mentre la ricerca scientifica è concentrata sui vaccini, ancora non disponiamo di indicazioni univoche in merito alle migliori terapie per la lotta al virus. Nella maggior parte dei paesi, infatti, i medici sono costretti ad assumersi completamente la responsabilità delle terapie alternative somministrate ai pazienti.

È stato dimostrato che antinfiammatori, eparina, antibiotico, cortisone, adenosina e idrossiclorochina, assunti nelle fasi precoci dell'infezione, hanno effetti positivi sull'inibizione della replicazione virale.

Inoltre, per azzerare i rischi di contagio e scongiurare la saturazione delle strutture ospedaliere, un'assistenza domiciliare efficace e organica si rivela un'opzione auspicabile.

Può dunque la Commissione chiarire se:

1. intende procedere, anche per mezzo dell'EMA, a una concreta e sistematica raccolta di dati e alla promozione di studi in merito alle migliori terapie da somministrare ai pazienti;

2. intende fornire linee guida e protocolli agli operatori sanitari sui tempi e le modalità di somministrazione delle specifiche terapie diffuse ad oggi, nonché sulla compatibilità di queste ultime con eventuali malattie pregresse;

3. intende stanziare fondi destinati allo sviluppo, negli Stati membri, di sistemi di servizi domiciliari socio-assistenziali?

Sostenitori(1)

(1)La presente interrogazione è sostenuta da deputati diversi dagli autori: Isabella Tovaglieri (ID), Rosanna Conte (ID), Mara Bizzotto (ID), Gianantonio Da Re (ID)
Ultimo aggiornamento: 11 marzo 2021Note legali - Informativa sulla privacy