Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2008/2026(BUD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A6-0486/2008

Testi presentati :

A6-0486/2008

Discussioni :

PV 17/12/2008 - 3
CRE 17/12/2008 - 3

Votazioni :

PV 18/12/2008 - 6.6
PV 18/12/2008 - 6.7
CRE 18/12/2008 - 6.6
CRE 18/12/2008 - 6.7
Dichiarazioni di voto
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P6_TA(2008)0622

Processo verbale
Giovedì 18 dicembre 2008 - Strasburgo

6.6. Progetto di bilancio generale 2009, modificato dal Consiglio (tutte le sezioni) (votazione)
CRE

Progetti di emendamento al progetto di bilancio generale, modificato dal Consiglio.

(Richiesta la maggioranza qualificata)

(Risultati della votazione: allegato "Risultati delle votazioni", punto 6)

Gli emendamenti adottati figurano in allegato ai «Testi approvati»

Éric Woerth (Presidente in carica del Consiglio) rende la seguente dichiarazione:

«Il vostro voto sulla seconda lettura del progetto di bilancio costituisce l'ultima fase di una procedura contraddistinta da una cooperazione di alta qualità tra i due rami dell'autorità di bilancio e con la Commissione. Desidero ringraziare molto calorosamente tutti i soggetti interessati, in particolare il presidente della commissione per i bilanci, Reimer Böge, i relatori, Jutta Haug e Janusz Lewandowski, e la Commissaria Dalia Grybauskaité.

Insieme, nel corso della riunione di concertazione del 21 novembre scorso, abbiamo definito un bilancio 2009 equilibrato, che garantisce un finanziamento ben calibrato delle politiche dell'Unione europea, tutelando nel contempo gli interessi dei contribuenti europei. Insieme abbiamo definito le modalità di finanziamento dello strumento alimentare, adempiendo in tal modo al nostro dovere di solidarietà nei confronti dei paesi in via di sviluppo e, insieme, abbiamo elaborato le misure per poter uscire dalla situazione di stallo sulla politica di coesione e avviare infine i programmi per il periodo 2007-2013.

L'importanza di tale iniziativa è stata sottolineata dai capi di Stato e di governo durante il Consiglio europeo e ciò costituisce uno dei principali aspetti della risposta europea alla crisi economica sul quale dobbiamo proseguire rapidamente i nostri lavori. Il vostro voto garantisce la piena concretizzazione dei risultati della concertazione e, conformemente alla procedura stabilita dal trattato, posso quindi confermare che il Consiglio accetta il tasso massimo di aumento che risulta dalla vostra seconda lettura.»

Il Presidente ne prende atto e rende la seguente dichiarazione:

«Constato che la procedura di bilancio si è conclusa conformemente con le disposizioni del trattato e dell'accordo interistituzionale del 17 maggio 2006. Constato inoltre che, ai sensi del punto 13 di detto accordo interistituzionale, il Consiglio e il Parlamento convengono di accettare il tasso massimo di aumento delle spese non obbligatorie che risulteranno dalla seconda lettura del Parlamento. Di conseguenza la procedura di bilancio può dichiararsi conclusa e il bilancio definitivamente adottato».

Il Presidente invita Éric Woerth, Dalia Grybauskaitė (membro della Commissione), Reimer Böge (presidente della commissione BUDG), nonché i relatori Jutta Haug e Janusz Lewandowski a unirsi a lui.

Il Presidente, Éric Woerth e Dalia Grybauskaitė procedono alla firma della modifica dell'accordo interistituzionale del 17 maggio 2006 sulla disciplina di bilancio e la sana gestione finanziaria (relazioni Jo Leinen A6-0509/2008 e Reimer Böge A6-0504/2008).

Il Presidente e Éric Woerth procedono alla firma della decisione di mobilitazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea (relazione Reimer Böge A6-0474/2008), nonché alla firma della decisione concernente la mobilizzazione dello strumento di flessibilità (relazione Reimer Böge A6-0493/2008).

Il Presidente procede alla firma del bilancio.

Note legali - Informativa sulla privacy