Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2017/0102(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0060/2018

Testi presentati :

A8-0060/2018

Discussioni :

PV 10/09/2018 - 19
CRE 10/09/2018 - 19

Votazioni :

PV 11/09/2018 - 6.11
CRE 11/09/2018 - 6.11
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2018)0328

Processo verbale
Lunedì 10 settembre 2018 - Strasburgo

PRESIDENZA: Ioan Mircea PAŞCU
Vicepresidente

19. Corpo europeo di solidarietà ***I (discussione)
CRE

Relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che fissa il quadro giuridico del corpo europeo di solidarietà e che modifica i regolamenti (UE) n. 1288/2013, (UE) n. 1293/2013, (UE) n. 1303/2013, (UE) n. 1305/2013, (UE) n. 1306/2013 e la decisione n. 1313/2013/UE [COM(2017)0262 - C8-0162/2017 - 2017/0102(COD)] - Commissione per la cultura e l'istruzione. Relatore: Helga Trüpel (A8-0060/2018)

Helga Trüpel illustra la relazione.

Intervengono Brando Benifei (relatore per parere della commissione EMPL) e Eleonora Forenza (relatrice per parere della commissione ENVI).

Interviene Tibor Navracsics (membro della Commissione).

Intervengono Tiemo Wölken (relatore per parere della commissione BUDG), Krzysztof Hetman (relatore per parere della commissione REGI), Czesław Adam Siekierski (relatore per parere della commissione AGRI), Michaela Šojdrová, a nome del gruppo PPE, Julie Ward, a nome del gruppo S&D, Ruža Tomašić, a nome del gruppo ECR, María Teresa Giménez Barbat, a nome del gruppo ALDE, Nikolaos Chountis, a nome del gruppo GUE/NGL, Isabella Adinolfi, a nome del gruppo EFDD, Dominique Bilde, a nome del gruppo ENF, Francesc Gambús, Liliana Rodrigues, Patrick O'Flynn e Franz Obermayr.

Intervengono con la procedura "catch the eye" Bogdan Andrzej Zdrojewski, Georgios Epitideios, Eleftherios Synadinos e Krisztina Morvai.

Intervengono Tibor Navracsics e Helga Trüpel.

La discussione è chiusa.

Votazione: punto 6.11 del PV del 11.9.2018.

Ultimo aggiornamento: 29 novembre 2018Note legali - Informativa sulla privacy