Precedente 
 Seguente 
Regolamento del Parlamento europeo
9a legislatura - giugno 2020
EPUB 140kPDF 667k
INDICE
NOTA BENE
COMPENDIO DEI PRINCIPALI ATTI GIURIDICI RELATIVI AL REGOLAMENTO
  Un nuovo titolo XIII bis intitolato "Circostanze eccezionali" si applicherà a decorrere dal 18.1.2021 (cfr. Testi approvati del 17.12.2020, P9_TA(2020)0380).

TITOLO VII : SESSIONI
CAPITOLO 2 : ORDINE DEI LAVORI DEL PARLAMENTO

Articolo 158 : Approvazione e modifica dell'ordine del giorno

1.   All'inizio di ciascuna tornata il Parlamento approva il suo ordine del giorno. Una commissione, un gruppo politico o un numero di deputati pari almeno alla soglia bassa possono presentare proposte di modifica al progetto definitivo di ordine del giorno. Le proposte devono pervenire al Presidente almeno un'ora prima dell'apertura della tornata. Il Presidente può dare la parola all'autore di ciascuna proposta e a un oratore contro. Il tempo di parola non può superare un minuto.

2.   Una volta approvato, l'ordine del giorno non può essere modificato, salvo applicazione degli articoli 163, 197, 198, 199, 200 o 201 o su proposta del Presidente.

Qualora una mozione di procedura volta a modificare l'ordine del giorno sia respinta, essa non può essere ripresentata durante la stessa tornata.

La stesura o la modifica del titolo di una risoluzione presentata a conclusione di una discussione a norma degli articoli 132, 136 o 144 del regolamento non costituisce una modifica dell'ordine del giorno, a condizione che il titolo rimanga nell'ambito dell'argomento oggetto di discussione.

3.   Prima di togliere la seduta, il Presidente comunica al Parlamento la data, l'ora e l'ordine del giorno della seduta successiva.

Ultimo aggiornamento: 25 giugno 2020Note legali - Informativa sulla privacy