Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

 Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2000/2604(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo dei documenti :

Testi presentati :

RC-B5-0714/2000

Discussioni :

Votazioni :

Testi approvati :

P5_TA(2000)0384

Testi approvati
Giovedì 7 settembre 2000 - Strasburgo
Diritti umani: Soldati britannici, ostaggi in Sierra Leone
P5_TA(2000)0384RC-B5-0714/2000

Risoluzione del Parlamento europeo sul sequestro di soldati britannici nella Sierra Leone

Il Parlamento europeo,

-  viste le sue precedenti risoluzioni sulla situazione politica nella Sierra Leone,

A.  considerando il sequestro, da parte dei miliziani denominati West Side Boys, di 11 soldati britannici avvenuto lo scorso 25 agosto 2000 nella Sierra Leone,

B.  considerando che, dopo il rilascio di 5 ostaggi, altri 6 sono tuttora detenuti,

C.  considerando che i sequestratori chiedono, in cambio della libertà dei rapiti, la liberazione del leader "Brigadier Bombblast”,

D.  considerando i precedenti esistenti nella Sierra Leone in materia di sequestri di soldati e personale appartenente alle forze delle Nazioni Unite UNAMSIL, in particolare il sequestro di 400 impiegati dell'ONU avvenuto nello scorso maggio,

E.  visti gli accordi di Lomé del luglio 1999, purtroppo non rispettati, che prevedono il disarmo di tutte le forze non governative,

F.  considerando che la presenza britannica ha impedito il lancio di un nuovo sanguinoso attacco dei ribelli contro la capitale Freetown,

G.  considerando che il governo della Sierra Leone ha respinto le richieste dei miliziani e rifiuta di aprire negoziati,

H.  considerando che una soluzione pacifica per la Sierra Leone può essere trovata soltanto attraverso una genuina cooperazione a livello regionale e una lotta contro il contrabbando di diamanti, controllato principalmente dal RUF nelle province orientali con ramificazioni nei paesi vicini,

I.  considerando positivamente le dichiarazioni rese dopo quest'ultimo sequestro da Johnny Paul Koroma, ex capo dell'AFRC e vicino al gruppo West Side Boys, nelle quali egli chiede la liberazione più immediata possibile dei soldati britannici e prende le distanze dalle richieste della milizia,

1.  esige dalla milizia dei West Side Boys l'immediata e incondizionata liberazione dei soldati britannici sequestrati, esprime la propria solidarietà ai soldati britannici ancora sequestrati e alle loro famiglie e auspica ardentemente la loro pronta liberazione;

2.  esorta il governo della Sierra Leone a mantenere saldamente la propria posizione di non liberare Brigadier Bombblast e continuare nel processo verso la pace e la riconciliazione del popolo della Sierra Leone;

3.  esorta il Consiglio a continuare ad adoperarsi per consolidare il processo di pace nella Sierra Leone a prescindere dalle notevoli difficoltà con cui si sta scontrando e ad appoggiare l'operato dell'esercito britannico nella zona adottando misure atte ad integrarne l'azione;

4.  esorta l'ONU, l'OUA, il Consiglio e la Commissione ad adottare le misure del caso contro il traffico di diamanti che alimenta la guerra e a proteggere la popolazione civile su cui si riversa tutto l'impatto della guerra civile;

5.  incarica la sua Presidente di trasmettere la presente risoluzione alla Commissione, al Consiglio, al Primo Ministro del Regno Unito, al Presidente della Sierra Leone e ai Segretari generali dell'ONU e dell'OUA.

Note legali - Informativa sulla privacy