Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2010/2123(IMM)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A7-0015/2011

Testi presentati :

A7-0015/2011

Discussioni :

Votazioni :

PV 03/02/2011 - 8.1
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P7_TA(2011)0029

Testi approvati
PDF 109kWORD 32k
Giovedì 3 febbraio 2011 - Bruxelles
Richiesta di revoca dell'immunità parlamentare di Tamás Deutsch
P7_TA(2011)0029A7-0015/2011

Decisione del Parlamento europeo del 3 febbraio 2011 sulla richiesta di revoca dell'immunità di Tamás Deutsch (2010/2123(IMM))

Il Parlamento europeo,

–  vista la richiesta di revoca dell'immunità di Tamás Deutsch, trasmessa dalle autorità giudiziarie ungheresi in data 9 giugno 2010 e comunicata in seduta plenaria l'8 luglio 2010,

–  avendo ascoltato Tamás Deutsch, a norma dell'articolo 7, paragrafo 3, del suo regolamento,

–  visti gli articoli 8 e 9 del Protocollo sui privilegi e sulle immunità dell'Unione europea dell'8 aprile 1965 e l'articolo 6, paragrafo 2, dell'Atto relativo all'elezione dei membri del Parlamento europeo a suffragio universale diretto del 20 settembre 1976,

–  viste le sentenze della Corte di giustizia dell'Unione europea del 12 maggio 1964, del 10 luglio 1986 e del 21 ottobre 2008(1),

–  visti l'articolo 10, paragrafo 2, della Legge LVII del 2004 sullo stato giuridico dei membri ungheresi del Parlamento europeo, l'articolo 5, paragrafo 1, della Legge LV del 1990 sullo stato giuridico dei membri del Parlamento ungherese e l'articolo 12, paragrafo 1, della Legge LVII del 2004,

–  visti l'articolo 6, paragrafo 2, e l'articolo 7 del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione giuridica (A7-0015/2011),

A.  considerando che un cittadino ungherese ha intentato un'azione penale contro Tamás Deutsch, deputato al Parlamento europeo, il quale è imputato dinanzi al Tribunale del secondo e del terzo distretto di Budapest del reato di diffamazione ai sensi dell'articolo 179, paragrafo 2, lettere b-c, del codice penale ungherese,

B.  considerando che, in conformità dell'articolo 9 del Protocollo sui privilegi e sulle immunità dell'Unione europea, per la durata delle sessioni del Parlamento europeo i membri di esso beneficiano sul territorio nazionale delle immunità riconosciute ai membri del Parlamento del loro paese; che l'immunità non può essere invocata nel caso di flagrante delitto; che l'immunità non può inoltre pregiudicare il diritto del Parlamento europeo di togliere l'immunità ad uno dei suoi membri,

C.  considerando che, a norma dell'articolo 10, paragrafo 2, della Legge LVII del 2004 sullo stato giuridico dei membri ungheresi del Parlamento europeo, ai deputati al Parlamento europeo è riconosciuta la stessa immunità di cui beneficiano i membri del Parlamento ungherese,

D.  considerando che, a norma dell'articolo 5, paragrafo 1, della Legge LV del 1990 sullo stato giuridico dei membri del Parlamento ungherese, un procedimento penale può essere iniziato o proseguito contro un membro del Parlamento solo col previo consenso del Parlamento ungherese e che, a norma dell'articolo 12, paragrafo 1, della Legge LVII del 2004, è il Parlamento europeo a decidere in merito alla sospensione dell'immunità di un deputato al Parlamento europeo,

E.  considerando che l'on. Deutsch è imputato del reato di diffamazione, che avrebbe commesso rilasciando dichiarazioni riguardanti il querelante nel corso di un programma radiofonico trasmesso il 25 marzo 2010 al quale era invitato nella sua qualità di uomo politico e di deputato al Parlamento europeo,

F.  considerando che è pertanto appropriato affermare che l'on. Deutsch ha espresso opinioni nell'esercizio delle sue funzioni di membro del Parlamento europeo,

1.  decide di non revocare l'immunità di Tamás Deutsch;

2.  incarica il suo Presidente di trasmettere immediatamente la presente decisione e la relazione della sua commissione competente all'autorità competente della Repubblica di Ungheria.

(1) Causa 101/63, Wagner/Fohrmann e Krier, Raccolta [1964], pag. 195, causa 149/85, Wybot/Faure e altri, Raccolta [1986], pag. 2391, e cause riunite C-200/07 e C-201/07 Marra/De Gregorio e Clemente, non ancora inserite nella Raccolta.

Note legali - Informativa sulla privacy