Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2010/0278(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A7-0180/2011

Testi presentati :

A7-0180/2011

Discussioni :

PV 22/06/2011 - 16
PV 22/06/2011 - 18
CRE 22/06/2011 - 16
CRE 22/06/2011 - 18

Votazioni :

PV 23/06/2011 - 12.16
Dichiarazioni di voto
Dichiarazioni di voto
PV 28/09/2011 - 4.9
CRE 28/09/2011 - 4.9
Dichiarazioni di voto
Dichiarazioni di voto
Dichiarazioni di voto
Dichiarazioni di voto
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P7_TA(2011)0290
P7_TA(2011)0422

Testi approvati
PDF 195kWORD 40k
Mercoledì 28 settembre 2011 - Strasburgo
Sorveglianza di bilancio nell'area dell'euro ***I
P7_TA(2011)0422A7-0180/2011
Risoluzione
 Testo
 Allegato

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo del 28 settembre 2011 sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all'effettiva applicazione della sorveglianza di bilancio nell'area dell'euro (COM(2010)0524 – C7-0298/2010 – 2010/0278(COD))

(Procedura legislativa ordinaria: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta della Commissione al Parlamento e al Consiglio (COM(2010)0524),

–  visti l'articolo 294, paragrafo 2, e gli articoli 121 e 126 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C7-0298/2010),

–  visto il parere della commissione giuridica sulla base giuridica proposta,

–  visto l'articolo 294, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto il parere della Banca centrale europea(1),

–  visto il parere del Comitato economico e sociale europeo(2),

–  visti gli articoli 55 e 37 del suo regolamento,

–  visti la relazione della commissione per i problemi economici e monetari e il parere della commissione per l'occupazione e gli affari sociali (A7-0180/2011),

1.  adotta la posizione in prima lettura figurante in appresso(3);

2.  prende atto della dichiarazione della Commissione allegata alla presente risoluzione;

3.  chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora intenda modificarla sostanzialmente o sostituirla con un nuovo testo;

4.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.

(1) GU C 150 del 20.5.2011, pag. 1.
(2) GU C 218 del 23.7.2011, pag.46.
(3) La presente posizione sostituisce gli emendamenti approvati il 23 giugno 2011 (Testi approvati, P7_TA(2011)0290).


Posizione del Parlamento europeo definita in prima lettura il 28 settembre 2011 in vista dell'adozione del regolamento (UE) n. .../2011 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all'effettiva applicazione della sorveglianza di bilancio nell'area dell'euro
P7_TC1-COD(2010)0278

(Dato l'accordo tra il Parlamento e il Consiglio, la posizione del Parlamento corrisponde all'atto legislativo finale, il regolamento (UE) n. 1173/2011)


ALLEGATO

Dichiarazione della Commissione

Entro la fine del 2011, la Commissione intende presentare al Parlamento europeo e al Consiglio una relazione sull'istituzione di un sistema di emissione comune di titoli sovrani europei (eurobbligazioni) con responsabilità in solido, in linea con l'articolo 13, paragrafo 4, del regolamento relativo all'esecuzione della sorveglianza di bilancio nell'area dell'euro. Le eurobbligazioni sono intese a rafforzare la disciplina di bilancio e a consolidare la stabilità nell'area dell'euro attraverso i mercati nonché, avvalendosi dell'aumento delle liquidità, a garantire che gli Stati membri che beneficiano delle migliori condizioni di credito non siano danneggiati dall'innalzamento dei tassi d'interesse. La relazione sarà corredata, se del caso, di proposte legislative.

Nell'ambito della sua prima relazione al Parlamento europeo e al Consiglio sull'applicazione del presente regolamento, come previsto all'articolo 13, la Commissione intende riesaminare il funzionamento di ogni meccanismo successivo al meccanismo europeo di stabilità finanziaria e al fondo europeo di stabilizzazione finanziaria durante il periodo di riferimento della relazione. Tale riesame valuterà il contributo di tale meccanismo alla salvaguardia della stabilità finanziaria dell'area euro nel suo complesso, al rafforzamento della disciplina di bilancio tra gli Stati membri e al miglioramento della governance economica e del coordinamento a livello dell'Unione. Essa valuterà inoltre l'efficacia delle misure istituzionali che disciplinano il meccanismo di cui sopra e valuterà i possibili benefici in termini di efficacia, efficienza e responsabilità delle diverse misure istituzionali.

Note legali - Informativa sulla privacy