Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2011/0207(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A7-0110/2013

Testi presentati :

A7-0110/2013

Discussioni :

PV 13/06/2013 - 5
CRE 13/06/2013 - 5

Votazioni :

PV 13/06/2013 - 7.2
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P7_TA(2013)0273

Testi approvati
PDF 189kWORD 21k
Giovedì 13 giugno 2013 - Strasburgo
Seconda modifica dell'accordo di Cotonou del 23 giugno 2000 ***
P7_TA(2013)0273A7-0110/2013

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo del 13 giugno 2013 concernente il progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione dell'accordo che modifica per la seconda volta l'accordo di partenariato tra i membri del gruppo degli Stati dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico, da un lato, e la Comunità europea e i suoi Stati membri, dall'altro, firmato a Cotonou il 23 giugno 2000, modificato per la prima volta a Lussemburgo il 25 giugno 20055 (16894/2011 – C7-0469/2011 – 2011/0207(NLE))

(Approvazione)

Il Parlamento europeo,

–  visto il progetto di decisione del Consiglio (16894/2011),

–  visto l'accordo che modifica per la seconda volta l'accordo di partenariato tra i membri del gruppo degli Stati dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico, da un lato, e la Comunità europea e i suoi Stati membri, dall'altro, firmato a Cotonou il 23 giugno 2000, modificato per la prima volta a Lussemburgo il 25 giugno 2005 (09565/2010)(1),

–  vista la richiesta di approvazione presentata dal Consiglio a norma dell'articolo 217 e dell'articolo 218, paragrafo 6, secondo comma, lettera a), del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (C7-0469/2011),

–  visti l'articolo 81 e l'articolo 90, paragrafo 7, del suo regolamento,

–  visti la raccomandazione della commissione per lo sviluppo e il parere della commissione per il commercio internazionale (A7-0110/2013),

1.  dà la sua approvazione alla conclusione dell'accordo;

2.  esprime le più nette riserve in merito ad alcune parti dell'accordo che non riflettono la posizione del Parlamento europeo e i valori dell'Unione;

3.  esorta tutte le parti a rivedere di conseguenza le clausole inadeguate nell'ambito di una terza revisione dell'accordo, compresa l'esplicita introduzione all'articolo 8, paragrafo 4, della non discriminazione sulla base dell'orientamento sessuale;

4.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai governi e ai parlamenti degli Stati membri e ai governi e ai parlamenti dei membri del gruppo degli Stati d'Africa, dei Caraibi e del Pacifico.

(1) GU L 287 del 4.11.2010, pag. 3.

Note legali - Informativa sulla privacy