Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2014/2035(BUD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0018/2014

Testi presentati :

A8-0018/2014

Discussioni :

PV 21/10/2014 - 15
CRE 21/10/2014 - 15

Votazioni :

PV 22/10/2014 - 4.1
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2014)0035

Testi approvati
PDF 220kWORD 63k
Mercoledì 22 ottobre 2014 - Strasburgo Edizione definitiva
Progetto di bilancio rettificativo n. 2/2014 - Eccedenza derivante dall'esecuzione del bilancio dell'esercizio 2013
P8_TA(2014)0035A8-0018/2014

Risoluzione del Parlamento europeo del 22 ottobre 2014 concernente la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 2/2014 dell'Unione europea per l'esercizio 2014, sezione III – Commissione (12300/2014 – C8-0160/2014 – 2014/2035(BUD))

Il Parlamento europeo,

–  visti l'articolo 314 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto l'articolo 106 bis del trattato che istituisce la Comunità europea dell'energia atomica,

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione europea e che abroga il regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio(1) ("regolamento finanziario"), in particolare l'articolo 41,

–  visto il bilancio generale dell'Unione europea per l'esercizio 2014, definitivamente adottato il 20 novembre 2013(2),

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 del Consiglio, del 2 dicembre 2013, che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020(3),

–  visto l'accordo interistituzionale del 2 dicembre 2013 tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio, sulla cooperazione in materia di bilancio e sulla sana gestione finanziaria(4),

–  vista la decisione 2007/436/CE, Euratom del Consiglio, del 7 giugno 2007, relativa al sistema delle risorse proprie delle Comunità europee(5),

–  visto il progetto di bilancio rettificativo n. 2/2014 adottato dalla Commissione il 15 aprile 2014 (COM(2014)0234),

–  vista la posizione sul progetto di bilancio rettificativo n. 2/2014 adottata dal Consiglio il 14 luglio 2014 e trasmessa al Parlamento europeo il 12 settembre 2014 (12300/2014 – C8-0160/2014),

–  visto l'articolo 88 del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per i bilanci (A8-0018/2014),

A.  considerando che il progetto di bilancio rettificativo n. 2/2014 mira a iscrivere nel bilancio 2014 l'eccedenza derivante dall'esecuzione dell'esercizio 2013, che ammonta a 1 005 milioni di EUR;

B.  considerando che le componenti principali di tale eccedenza sono un risultato positivo sul lato delle entrate pari a 771 milioni di EUR, una sottoesecuzione delle spese pari a 276 milioni di EUR e una differenza di cambio negativa pari a 42 milioni di EUR;

C.  considerando che sul lato delle entrate l'aumento è dovuto principalmente alle ammende e agli interessi di mora (1 331 milioni di EUR), mentre l'importo delle risorse proprie effettivamente raccolte rispetto a quelle iscritte in bilancio è in diminuzione (- 226 milioni di EUR) e anche le entrate da eccedenze, saldi e adeguamenti sono in calo (-360 milioni di EUR);

D.  considerando che sul lato spese la sottoesecuzione degli stanziamenti per il 2013 (107 milioni di EUR) e per il 2012 (54 milioni di EUR) è particolarmente bassa, è legata a fattori imprevedibili e non può essere ritenuta la conseguenza di una ridotta capacità di utilizzo;

E.  considerando che, di fatto, tutti gli indicatori disponibili segnalano che vi è stata una carenza di stanziamenti di pagamento sia nel bilancio del 2012 che in quello del 2013;

F.  considerando che l'articolo 18 del regolamento finanziario prevede che la differenza rispetto alle stime, da iscrivere nel bilancio dell'Unione, sia l'unico oggetto del bilancio rettificativo in questione;

1.  prende atto del progetto di bilancio rettificativo n. 2/2014, che mira unicamente a iscrivere in bilancio l'eccedenza derivante dall'esecuzione dell'esercizio 2013, per un importo pari a 1 005 milioni di EUR, in conformità dell'articolo 18 del regolamento finanziario; prende atto della posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 2/2014;

2.  ricorda che l'adozione del presente bilancio rettificativo n. 2 ridurrà la quota del contributo RNL degli Stati membri al bilancio dell'Unione di un importo pari a 1 005 milioni di EUR e pertanto compenserà in parte il loro contributo al finanziamento del bilancio rettificativo n. 3 (sono necessari ulteriori 3 170 milioni di EUR di risorse proprie); sottolinea quindi la sua intenzione di portare avanti la procedura per l'adozione del progetto di bilancio rettificativo n. 2 in parallelo ai negoziati sul progetto di bilancio rettificativo n. 3/2014, relativo alla mobilitazione di stanziamenti di pagamento supplementari, e sul progetto di bilancio rettificativo n. 4, volto a eseguire il riesame delle previsioni relative alle risorse proprie tradizionali e delle previsioni relative ad altre entrate nonché a rendere definitive alcune sanzioni, fornendo in tal modo ulteriori 2 059 milioni di EUR di risorse proprie che potrebbero ridurre ulteriormente il bisogno di stanziamenti supplementari nell'ambito del progetto di bilancio rettificativo n. 3;

3.  segnala che l'adozione senza modifiche dei progetti di bilancio rettificativo n. 2, 3 e 4 comporterebbe un'incidenza di bilancio complessiva pari solamente a 106 milioni di EUR di contributi RNL supplementari che devono essere messi a disposizione dagli Stati membri al fine di garantire stanziamenti di pagamento sufficienti nel 2014 per coprire gli obblighi giuridici esistenti dell'Unione;

4.  decide, al fine di mantenere il legame politico e procedurale tra i progetti di bilancio rettificativo n. 2, 3 e 4, di emendare come indicato in appresso la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 2/2014;

5.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione, corredata dell'emendamento del Parlamento, al Consiglio e alla Commissione e ai parlamenti nazionali.

Emendamento 1 (emendamento multiplo)

Stato generale delle entrate

Capo 1 4 — Risorse proprie basate sul reddito nazionale lordo conformemente all'articolo 2, paragrafo 1, lettera c), della decisione 2007/436/CE, Euratom

Importi:

Bilancio 2014

Progetto di bilancio rettificativo n. 2

Posizione del Consiglio

Differenza

Nuovo importo

1 4 0

99 767 305 073

—  1 005 406 925

—  1 005 406 925

1 005 406 925

100 772 711 998

Totale

99 767 305 073

—  1 005 406 925

—  1 005 406 925

1 005 406 925

100 772 711 998

Sezione III – Commissione

Titolo 40 Riserve

Creazione della nuova linea 40 04 01 – Riserva per esigenze di pagamento supplementari

Importi:

Bilancio 2014

Progetto di bilancio rettificativo n. 2

Posizione del Consiglio

Differenza

Nuovo importo

40 04 01

-

-

-

1 005 406 925

1 005 406 925

Totale

-

-

-

1 005 406 925

1 005 406 925

Commento:

Gli stanziamenti iscritti al presente articolo devono essere utilizzati per coprire il fabbisogno di stanziamenti di pagamento supplementari individuato dalla Commissione nel progetto di bilancio rettificativo n. 3.

Motivazione:

In considerazione delle forti pressioni per quanto riguarda i pagamenti per il 2014 e dei rafforzamenti richiesti dalla Commissione nel PBR n. 3/2014, si propone che l'importo dell'eccedenza per l'esercizio 2013 sia utilizzato per finanziare la linea di bilancio di nuova creazione 40 04 01 "Riserva per esigenze di pagamento supplementari" sul lato delle spese del bilancio, anziché ridurre le risorse proprie basate sull'RNL. Se il PBR n. 3/2014 sarà adottato senza modifiche dal Consiglio, il presente emendamento sarà ritirato.

(1) GU L 298 del 26.10.2012, pag. 1.
(2) GU L 51 del 20.2.2014, pag. 1.
(3) GU L 347 del 20.12.2013, pag. 884.
(4) GU C 373 del 20.12.2013, pag. 1.
(5) GU L 163 del 23.6.2007, pag. 17.

Avvertenza legale - Informativa sulla privacy