Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2015/2011(BUD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0221/2015

Testi presentati :

A8-0221/2015

Discussioni :

Votazioni :

PV 07/07/2015 - 5.10

Testi approvati :

P8_TA(2015)0247

Testi approvati
PDF 248kWORD 69k
Martedì 7 luglio 2015 - Strasburgo Edizione definitiva
Progetto di bilancio rettificativo n. 1/2015: Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS)
P8_TA(2015)0247A8-0221/2015

Risoluzione del Parlamento europeo del 7 luglio 2015 concernente la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 1/2015 dell'Unione europea per l'esercizio 2015, sezione III – Commissione, che accompagna la proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo per gli investimenti strategici e che modifica i regolamenti (UE) n. 1291/2013 e (UE) n. 1316/2013 (09876/2015 – C8-0172/2015 – 2015/2011(BUD))

Il Parlamento europeo,

–  visto l'articolo 314 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto l'articolo 106 bis del trattato che istituisce la Comunità europea dell'energia atomica,

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione e che abroga il regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio(1), in particolare l'articolo 41,

–  visto il bilancio generale dell'Unione europea per l'esercizio 2015 definitivamente adottato il 17 dicembre 2014(2),

–  visto il bilancio rettificativo n. 1/2015 definitivamente adottato il 28 aprile 2015(3),

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 del Consiglio, del 2 dicembre 2013, che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020(4) (regolamento QFP),

–  visto il regolamento (UE, Euratom) 2015/623 del Consiglio, del 21 aprile 2015, recante modifica del regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020(5),

–  visto l'accordo interistituzionale del 2 dicembre 2013 tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio, sulla cooperazione in materia di bilancio e sulla sana gestione finanziaria(6),

–  visto il progetto di bilancio rettificativo n. 1/2015 adottato dalla Commissione il 13 gennaio 2015 (COM(2015)0011),

–  vista la posizione sul progetto di bilancio rettificativo n. 1/2015 adottata dal Consiglio il 26 giugno 2015 e trasmessa al Parlamento lo stesso giorno (09876/2015 – C8-0172/2015),

–  visto il regolamento (UE) 2015/1017 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 giugno 2015, relativo al Fondo europeo per gli investimenti strategici, al polo europeo di consulenza sugli investimenti e al portale dei progetti di investimento europei e che modifica i regolamenti (UE) n. 1291/2013 e (UE) n. 1316/2013 – il Fondo europeo per gli investimenti strategici(7),

–  visti gli articoli 88 e 91 del suo regolamento,

–  visti la relazione della commissione per i bilanci e i pareri della commissione per l'industria, la ricerca e l'energia, della commissione per i trasporti e il turismo e della commissione per lo sviluppo regionale (A8-0221/2015),

A.  considerando che il progetto di bilancio rettificativo n. 1/2015 ha lo scopo di apportare le modifiche necessarie alla nomenclatura di bilancio, in linea con l'accordo legislativo sul Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), e di provvedere alla necessaria riassegnazione di 1 360 milioni di EUR in stanziamenti di impegno e di 10 milioni di EUR in stanziamenti di pagamento;

B.  considerando che, per alimentare il fondo di garanzia dell'Unione nel 2015, è stato riassegnato un importo totale pari a 1 350 milioni di EUR in stanziamenti di impegno dalle linee di bilancio del Meccanismo per collegare l'Europa (790 milioni di EUR), di Orizzonte 2020 (70 milioni di EUR) e di ITER (490 milioni di EUR);

C.  considerando che la Commissione intende compensare la riduzione degli stanziamenti ITER aumentandoli in maniera equivalente nel periodo 2018-2020;

D.  considerando che la dotazione del Polo europeo di consulenza sugli investimenti, pari a 10 milioni di EUR in stanziamenti d'impegno e ad altrettanti in stanziamenti di pagamento, proviene integralmente da riassegnazioni dalla linea di bilancio relativa a ITER (08 04 01 02);

E.  considerando che tutti gli stanziamenti d'impegno e di pagamento supplementari per l'attuazione del FEIS derivano interamente da riassegnazioni, lasciando quindi immutato, nel bilancio 2015, l'importo globale degli stanziamenti d'impegno e di pagamento;

1.  prende atto del progetto di bilancio rettificativo n. 1/2015 presentato dalla Commissione e della posizione del Consiglio al riguardo;

2.  plaude al fatto che sia stato possibile giungere rapidamente a un accordo sul FEIS grazie alla determinazione di tutte le istituzioni a garantirne quanto prima l'operatività; osserva che l'esito dei negoziati è migliore della proposta originaria della Commissione, ma deplora le ripercussioni negative su Orizzonte 2020 e sul Meccanismo per collegare l'Europa;

3.  ribadisce il ruolo del bilancio dell'Unione nel creare valore aggiunto mettendo in comune risorse e garantendo un elevato livello di sinergia tra i Fondi strutturali e d'investimento europei e il FEIS, rafforzando nel contempo l'effetto moltiplicatore dei contributi dell'Unione; è favorevole alla mobilizzazione di fonti supplementari di finanziamento privato e pubblico per finanziare gli investimenti in obiettivi di portata europea, in particolare per affrontare sfide transfrontaliere in settori quali l'energia, l'ambiente e le infrastrutture di trasporto;

4.  si compiace del fatto che un importo supplementare di 1 miliardo di EUR rispetto alla proposta iniziale della Commissione sarà finanziato tramite il margine globale del QFP per gli impegni, derivante dai margini disponibili nei bilanci 2014 e 2015, il che riduce le riassegnazioni dal Meccanismo per collegare l'Europa e da Orizzonte 2020; ricorda che, a norma dell'articolo 14 del regolamento QFP, le risorse all'interno del margine globale del QFP per gli impegni saranno rese disponibili solo a partire dal 2016;

5.  deplora tuttavia, in linea generale, le riassegnazioni dal Meccanismo per collegare l'Europa e da Orizzonte 2020, poiché si tratta di programmi fondamentali per l'occupazione e la crescita in Europa; intende pertanto porvi rimedio nelle prossime procedure annuali di bilancio;

6.  sottolinea che gli investimenti nel settore della ricerca e dei trasporti sono essenziali al fine di rafforzare il ruolo e lo scopo del bilancio dell'Unione di stimolare la crescita, la competitività e l'occupazione e di perseguire gli obiettivi della strategia Europa 2020; ricorda, a tale riguardo, che Orizzonte 2020 e il Meccanismo per collegare l'Europa (MCE) sono programmi chiave nell'ambito della sottorubrica 1a "Competitività per la crescita e l'occupazione";

7.  conferma la propria volontà di approvare il bilancio rettificativo n. 1/2015 quale modificato dal Consiglio in linea con l'accordo legislativo sul FEIS, dato il suo interesse a che il FEIS divenga operativo quanto prima possibile;

8.  approva pertanto la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 1/2015;

9.  incarica il suo Presidente di constatare che il bilancio rettificativo n. 2/2015 è stato definitivamente adottato e di provvedere alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea;

10.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio, alla Commissione nonché alla Corte dei conti e ai parlamenti nazionali.

(1) GU L 298 del 26.10.2012, pag. 1.
(2) GU L 69 del 13.3.2015.
(3) GU L 190 del 17.7.2015.
(4) GU L 347 del 20.12.2013, pag. 884.
(5) GU L 103 del 22.4.2015, pag. 1.
(6) GU C 373 del 20.12.2013, pag. 1
(7) GU L 169 dell'1.7.2015, pag. 1.

Note legali - Informativa sulla privacy