Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2020/0155(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A9-0228/2020

Testi presentati :

A9-0228/2020

Discussioni :

PV 10/02/2021 - 9
CRE 10/02/2021 - 9

Votazioni :

PV 11/02/2021 - 2

Testi approvati :

P9_TA(2021)0047

Testi approvati
PDF 122kWORD 46k
Giovedì 11 febbraio 2021 - Bruxelles
Prospetto UE della ripresa e adeguamenti mirati per gli intermediari finanziari, per sostenere la ripresa dalla pandemia di COVID-19 ***I
P9_TA(2021)0047A9-0228/2020
Risoluzione
 Testo
 Allegato

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo dell'11 febbraio 2021 sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (UE) 2017/1129 per quanto riguarda il prospetto UE della ripresa e adeguamenti mirati per gli intermediari finanziari per sostenere la ripresa dalla pandemia di COVID-19 (COM(2020)0281 – C9-0206/2020 – 2020/0155(COD))

(Procedura legislativa ordinaria: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2020)0281),

–  visti l'articolo 294, paragrafo 2, e l'articolo 114 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C9-0206/2020),

–  visto l'articolo 294, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto il parere del Comitato economico e sociale europeo del 29 ottobre 2020(1),

–  visti l'accordo provvisorio approvato dalla commissione competente a norma dell'articolo 74, paragrafo 4, del regolamento, e l'impegno assunto dal rappresentante del Consiglio, con lettera del 16 dicembre 2020, di approvare la posizione del Parlamento europeo, in conformità dell'articolo 294, paragrafo 4, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto l'articolo 59 del suo regolamento,

–  visto il parere della commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori,

–  vista la relazione della commissione per i problemi economici e monetari (A9-0228/2020),

1.  adotta la posizione in prima lettura figurante in appresso;

2.  prende atto della dichiarazione della Commissione allegata alla presente risoluzione;

3.  chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora la sostituisca, la modifichi sostanzialmente o intenda modificarla sostanzialmente;

4.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.

(1) GU C 10 dell'11.1.2021, pag. 30.


Posizione del Parlamento europeo definita in prima lettura l'11 febbraio 2021 in vista dell'adozione del regolamento (UE) 2021/… del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (UE) 2017/1129 per quanto riguarda il prospetto UE della ripresa e adeguamenti mirati per gli intermediari finanziari, nonché la direttiva 2004/109/CE per quanto riguarda l’uso del formato elettronico unico di comunicazione per le relazioni finanziarie annuali, per sostenere la ripresa dalla crisi COVID-19
P9_TC1-COD(2020)0155

(Dato l'accordo tra il Parlamento e il Consiglio, la posizione del Parlamento corrisponde all'atto legislativo finale, il regolamento (UE) 2021/337.)


ALLEGATO ALLA RISOUZIONE LEGISLATIVA

Dichiarazione della Commissione

La Commissione rileva il fatto che l'accordo politico sulla propria proposta di modifica del regolamento sul prospetto al fine di introdurre un prospetto UE della ripresa, include una modifica alla direttiva sulla trasparenza che rinvia l'obbligo di redigere relazioni finanziarie utilizzando il formato elettronico unico europeo (ESEF). Tale rinvio non figurava nella proposta iniziale della Commissione. Secondo la Commissione, tale rinvio dell'ESEF non è conforme né ai principi dell'accordo "Legiferare meglio" dell'Unione né al diritto di iniziativa della Commissione. Non dovrebbe pertanto costituire un precedente. Poiché il rinvio dell'ESEF non costituisce una variazione sostanziale della politica e riflette le difficili circostanze che devono affrontare le imprese a causa della pandemia di COVID-19, la Commissione non ne ostacolerà l'adozione.

Ultimo aggiornamento: 3 giugno 2021Note legali - Informativa sulla privacy