"Siamo arrivati fin qui, non possiamo mollare!“

Valentinos Coordina il tracciamento dei contatti presso il ministero della Salute a Cipro Cipro, Nicosia

Valentinos Silvestros è epidemiologo sul campo È anche il coordinatore del tracciamento dei contatti presso l'unità del ministero della Salute che si occupa di sorveglianza e controllo delle malattie trasmissibili. La sua équipe individua e spezza le catene di trasmissione, isolando le persone infette o che sono entrate in contatto con il virus. La sua équipe lavora in circostanze molto difficili, compiendo notevoli sacrifici a livello personale. Valentinos non vede la sua famiglia e i suoi amici da più di otto settimane. Talvolta si sente estremamente stanco e, dopo una giornata di lavoro, gli fanno male la schiena e il collo. Si sente però sollevato nel veder diminuire il numero di casi. "Sono davvero felice che il nostro piccolo paese se la stia cavando così bene", ammette. Hanno tutti collaborato, il che rende Valentinos ottimista per il futuro. "Ma non è il momento di riposarsi", avverte. "Non possiamo mollare. Dobbiamo proteggere la nostra gente e rafforzare i sistemi sanitari pubblici."

"Usciremo più forti da questa crisi“

Nektaria e Paris Lavorano al Centro nazionale per la gestione delle crisi di Nicosia Cipro, Nicosia

Nektaria Kakoutsi e il maggiore Paris Samoutis lavorano instancabilmente, giorno e notte, presso il Centro nazionale per la gestione delle crisi del ministero degli Esteri di Cipro, per rispondere alle richieste dei cittadini ciprioti nel mondo. Le persone bloccate all'estero avevano bisogno di alloggio, assistenza finanziaria, farmaci e sostegno psicologico. Per aiutarli, Nektaria e Paris hanno coordinato i voli di rimpatrio e fornito ogni tipo di assistenza. Tra i casi più urgenti che hanno dovuto affrontare c'erano quelli di persone con gravi problemi di salute o di genitori bloccati all'estero lontano dai propri figli. "È stato un compito impegnativo, reso ancora più difficile dalle restrizioni di viaggio imposte dalla maggior parte dei paesi. Ma la soddisfazione che si legge negli occhi delle persone che tornano a casa è la più grande ricompensa". Ce la faremo e ne usciremo più forti", dichiarano. Decine di migliaia di europei bloccati in tutto il mondo dall'epidemia sono tornati a casa grazie all'UE.

"Ogni singola vita conta“

Constantinos Combatte la pandemia su vari fronti: dal pronto soccorso al coordinamento a livello nazionale Cipro, Nicosia

Constantinos Constantinou, specialista in malattie infettive presso l'ente sanitario nazionale, fin dall'inizio della pandemia di coronavirus ha contribuito allo sforzo collettivo in molti modi. Consapevole della mancanza di informazioni affidabili su questa nuova minaccia sanitaria, Constantinos ha lavorato al ministero della Salute di Cipro, dove ha coordinato le attività di diffusione e aggiornamento costante degli orientamenti sul Covid-19 formulati dall'Organizzazione mondiale della sanità, dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie e da altre autorità internazionali. Ora Constantinos inizia la sua giornata curando i pazienti ricoverati nell'unità Covid dell'ospedale generale di Nicosia e finisce di lavorare a notte fonda dopo lunghe telefonate e scambi di email con colleghi e persone comuni, in cui dà consigli sulla cura dei pazienti e su come proteggere se stessi e i propri cari.

"Aiutando una sola persona, possiamo aiutare tutti“

Halin Volontario, aiuta con i test del Covid-19 Cipro, Nicosia

La diagnostica di laboratorio è fondamentale nella lotta contro il Covid-19. Grazie ai test si ottengono informazioni utili per la diagnosi, il trattamento e la prevenzione di questo virus. Scienziati come Halin Bareke stanno lavorando a queste soluzioni. Halin è un turco-cipriota che, da volontario, effettua test di diagnosi mediante PCR . Con tanti esperti che si adoperano per trovare una soluzione, l'Unione europea si è impegnata a sostenere la ricerca con 47 milioni e mezzo di euro per 17 nuovi progetti relativi al Covid-19.

"È importante che i bambini continuino a sorridere“

Vicky e Photis Aiutano a dare più colore alla vita dei bambini malgrado il distanziamento sociale Cipro, Nicosia

Le restrizioni messe in atto per limitare la diffusione del Covid-19 hanno cambiato radicalmente la nostra routine quotidiana, poiché ci viene richiesto di rimanere a casa il più possibile. Questo potrebbe avere un impatto difficile su chiunque, ma colpisce in modo particolare i bambini dal momento che parlare con gli amici e stabilire un legame con la famiglia è molto importante per la loro crescita e il loro benessere. In queste circostanze eccezionali, Vicky e Photis hanno avuto l'idea di allietare la vita dei più giovani a casa. Insieme a un gruppo di volontari, hanno iniziato a trasmettere in streaming delle favole attraverso la pagina Facebook del Museo delle Fiabe. Noti attori, presentatori e politici leggono le loro favole per bambini preferite in diretta online, condividendo sorrisi e ripetendo messaggi di incoraggiamento a restare confinati. Allo stesso tempo, decine di volontari leggono storie al telefono per intrattenere i bambini a casa.

"Anche in un momento di crisi, ogni bambino ha il diritto fondamentale all'istruzione“

Joseph Sostiene il diritto all'istruzione durante la crisi di Covid-19 Cipro, Nicosia

La pandemia di Covid-19 rende impossibile gli incontri fisici tra le persone. Gli studenti e il personale scolastico non fanno eccezione. Da quando le scuole sono chiuse, gli studenti seguono le lezioni e interagiscono con gli insegnanti grazie all'insegnamento online sul loro personal computer e dispositivi simili. In collaborazione con il ministero dell'Istruzione,"Hope For Children" si adopera per garantire che tutti a Cipro abbiano un adeguato accesso all'apprendimento online. Fornisce nuove apparecchiature elettroniche agli studenti dell'istruzione secondaria che ne hanno bisogno in tutto il paese. Colmando il divario causato dalle differenze sociali ed economiche, l'obiettivo di questa associazione è di garantire che ogni studente abbia un accesso adeguato all'istruzione anche in questi tempi difficili.

"Mi batto per portare compagnia ai bisognosi“

Marios Riunisce le persone care e assiste gli anziani Cipro, Larnaca

Medico in pensione, Marios continua a fare la sua parte per aiutare la sua comunità durante la crisi. Il distanziamento sociale non è facile per nessuno, ma è particolarmente difficile per i malati e gli infermi. Per questo motivo Marios interviene presso il personale degli ospedali per permettere ai parenti di visitare i loro cari ricoverati e assisterli negli ultimi momenti di vita. Si occupa anche dei degenti anziani con patologie preesistenti e fornisce supporto medico, psicologico e sociale agli anziani in quarantena al fine di evitare decessi per altre cause.