"Il nostro vaccino proteggerà le persone dall'attuale pandemia di coronavirus e da quelle future“

Matti Sta testando un vaccino contro il COVID-19 che potrebbe anche proteggere da altri coronavirus Svezia, Stoccolma

Con il COVID-19 in prima pagina da tre mesi, è facile dimenticare che il virus è solo uno dei membri di una famiglia molto più grande. Al di là di quando il confinamento avrà termine, la vera domanda da porsi è: "Come assicurare che un vaccino possa essere efficace anche contro altre future epidemie di coronavirus?" Il Professor Matti Sällberg sta cercando di darvi risposta da inizio Aprile, quando il suo team ha ricevuto un finanziamento dell'UE nell'ambito del progetto OPENCORONA. "Il concetto del nostro vaccino è unico. A differenza della stragrande maggioranza dei test clinici che si concentrano solo sulla proteina S, il nostro trattamento contiene anche altre proteine, meno caratteristiche del COVID-19. L'idea è quella di essere pronti per il futuro", spiega. La fase 1 della sperimentazione è già prevista e si terrà presso l'ospedale universitario Karolinska, in Svezia. L'istituto Karolinska ha ricevuto 3 milioni di euro dall’UE per ricerche nell'ambito del progetto OPENCORONA.

"Language Buddy Online ha già messo in contatto 2 100 persone che studiano lo svedese in tutto il paese“

Natassia Offre agli immigrati l'opportunità di imparare lo svedese attraverso video chat con volontari Svezia, Stoccolma

Dal 2013, la ONG Kompis Sverige (L'amico svedese) ha messo in contatto oltre 19 500 nuovi residenti con le comunità svedesi grazie ad attività sociali, seminari e il suo programma "Language Buddy Online". L'iniziativa è nata dalla consapevolezza che, a causa della pandemia, gli immigrati che studiano lo svedese hanno visto scomparire una buona parte della loro vita sociale. In meno di 48 ore, l'ONG ha trovato una soluzione sotto forma di un nuovo programma online. "Le persone che stanno imparando lo svedese vengono abbinate a qualcuno che lo parla correntemente, in questo modo si incontrano e si conoscono con le videochiamate. Lo scopo è quello di fornire una migliore formazione linguistica e di alleviare le difficoltà dell'isolamento sociale per tutti", dice Natassia, co-fondatrice di Kompis Sverige. Le persone possono iscriversi sul sito web dedicato per essere abbinate ai loro nuovi amici e finora si sono iscritte più di 3 000 persone.

"Mi sono reso conto che questa era la mia occasione per ripagare la comunità“

Edward Lavora come barbiere ambulante in un furgone davanti al più grande ospedale di Stoccolma Svezia, Stoccolma

A volte indossare una mascherina protettiva può essere scomodo. In particolare per il personale medico che fa lunghi turni e non ha il tempo di radersi. In questo caso la mascherina non aderisce bene alla pelle e può causare irritazioni. Un cliente infermiere parla del problema con Al, il proprietario dell'Honest Al's Barbershop di Stoccolma, che decide di trovare una soluzione. Parcheggia il furgone del barbiere davanti all'ospedale per fare gratuitamente barba e capelli al personale. "Non è solo una rasatura, è un momento di tranquillità che permette a queste persone di rilassarsi dopo aver passato tutto il giorno in una zona di guerra. Quel momento dedicato a se stessi fa la differenza", spiega Al. L'iniziativa è stata così ben accolta che Al ha dovuto far appello ai servizi di un barbiere concorrente per offrire lo stesso servizio in un altro ospedale. "Questa vicenda ci ha avvicinati, e ora stiamo progettando di aprire un nuovo negozio insieme! Tutto ciò serve a dimostrare come la solidarietà e la gioia possono trasformare i nostri rapporti con gli altri".

"Agli svedesi non manca la voglia di aiutare chi ha bisogno“

Mattis e Oskar Hanno lanciato un sito web per far incontrare chi ha bisogno di aiuto e chi ne offre Svezia, Stoccolma

Nei momenti difficili, un piccolo aiuto alle persone che non sono in grado di svolgere le attività quotidiane può fare un'enorme differenza. Questo vale non solo per i gruppi ad alto rischio che dovrebbero essere in autoisolamento, ma anche per coloro che devono rimanere in quarantena a causa di condizioni di salute preesistenti. Mattis e Oskar volevano mettere in contatto chi ha bisogno di aiuto e chi può offrirne. La loro piattaforma si chiama Karantänsamverkan (Cooperazione in quarantena) e l'obiettivo è aiutare le persone in isolamento offrendo loro un metodo rapido e sicuro per contattare chi può aiutarli. Il progetto no profit è stato avviato dai due fratelli e da Simon Ström, un loro amico. Dal sito web è chiaro che partecipare al progetto è semplice. Sulla pagina iniziale ci sono solo due pulsanti: "Ho bisogno di aiuto" e "Vorrei aiutare". Si inserisce il proprio codice postale e si viene abbinati a persone nella stessa zona. Finora si sono registrate come volontari 1000 persone.

"Possiamo vincere la battaglia contro questo nemico invisibile solo grazie alla scienza, alla tecnologia, a uno spirito imprenditoriale e al coraggio di tutti“

Mouna Lavora al primo test sugli anticorpi del Covid-19 in Svezia Svezia, Stoccolma

Mouna, che ha vissuto in prima persona l'odissea dei rifugiati, è oggi considerata uno dei professionisti di maggiore rilievo nel settore della tecnologia medica in Svezia. Oltre a svolgere la professione medica e di neuroscienziata, è un'imprenditrice e un volto noto della TV. Mouna ha effettuato ricerche pionieristiche nel settore della medicina preventiva e personalizzata. Nella battaglia contro il Covid è stata tra i promotori di un'iniziativa privata che ha introdotto il primo test degli anticorpi del Covid-19 in Svezia. Il test è stato convalidato a livello scientifico dall'ospedale universitario Akademiska e dall'università di Uppsala. DELETION OF LAST SENTENCE

"Le grandi menti di domani sono bloccate a casa, così abbiamo chiamato in aiuto le grandi menti di oggi“

Sophie e Måns Forniscono lezioni di sostegno gratuite in materie scientifiche agli alunni delle scuole medie e superiori Svezia, Stoccolma

Da genitori non è facile aiutare i nostri figli con la matematica o la fisica durante la chiusura delle scuole. Tuttavia, tra studenti, insegnanti e cultori della materia, la società offre grandi competenze. Per questo Sophie e Måns hanno avuto l'idea di creare DoTheMath, una rete di volontari composta da persone capaci, disposte a dare una mano. Contano ora più di 1700 volontari che hanno già aiutato migliaia di alunni. Se siete interessati ad avviare un'iniziativa simile nel vostro paese, potete contattare press@dothemath.se. Vi aiuteranno ad iniziare!

"Quando abbiamo scoperto che il settore sanitario aveva bisogno di disinfettante per le mani, abbiamo semplicemente deciso di aumentare e adattare la nostra produzione per dare una mano“

Anna Mette a disposizione etanolo per la produzione di igienizzante per le mani Svezia, Åhus

Il marchio Absolut è più conosciuto per la sua vodka svedese. Di fronte alla pandemia di coronavirus, l'impresa si sta riorientando verso la produzione di disinfettante per le mani. Absolut ha fornito etanolo alla KiiltoClean Ab, un'azienda di prodotti per le pulizie che opera in tutta l'Europa dell'Est, per far sì che i professionisti sanitari svedesi dispongano del gel idroalcolico di cui hanno bisogno. In tutta Europa abbiamo visto aziende che hanno cambiato il loro modo di lavorare per sostenere la lotta contro il coronavirus.