skip to content
 
 
 

All'opposizione democratica in Bielorussia il Premio Sacharov 2020

Il Parlamento europeo ha assegnato il Premio Sacharov per la libertà di pensiero all'opposizione democratica in Bielorussia. Sassoli: "Hanno dalla loro parte qualcosa che la violenza non potrà mai sconfiggere: la verità. Non rinunciate alla vostra lotta. Siamo con voi".

Le forze democratiche in Bielorussia protestano da agosto contro il regimeLe forze democratiche in Bielorussia protestano da agosto contro il regime
Le forze democratiche in Bielorussia protestano da agosto contro il regime

Giovedì a mezzogiorno, il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli ha annunciato, in plenaria a Bruxelles, i vincitori del Premio, a seguito di una precedente decisione della Conferenza dei Presidenti (Presidente e leader dei gruppi politici).

Il Presidente Sassoli, ha dichiarato: “Desidero congratularmi con i rappresentanti dell'opposizione bielorussa per il loro coraggio, la loro resilienza e la loro determinazione. Si sono dimostrati e continuano a dimostrarsi forti di fronte a un avversario molto più potente. Ma ciò che li sostiene è qualcosa che la forza bruta non potrà mai sconfiggere: la verità. Ecco dunque il mio messaggio per voi, cari vincitori: continuate ad essere forti e non rinunciate alla vostra lotta. Sappiate che siamo con voi”.

“Vorrei aggiungere una parola anche sulla recente uccisione di uno dei finalisti di quest'anno, il signor Arnold Joaquín Morazán Erazo, parte del gruppo ambientalista di Guapinol. Il gruppo si sta opponendo a una miniera di ossido di ferro in Honduras. È imperativo che venga avviata un'indagine credibile, indipendente e immediata su questo caso e che i responsabili siano chiamati a risponderne”, ha aggiunto.

Scopri di più sul vincitore del Premio Sacharov 2020 per la libertà di pensiero
Scopri di più sui candidati al Premio Sacharov 2020
 

Protestare contro un regime brutale

L'opposizione democratica in Bielorussia è rappresentata dal Consiglio di coordinamento, un'iniziativa di donne coraggiose e di personalità politiche e della società civile.

La Bielorussia si trova nel bel mezzo di una crisi politica, dopo le controverse elezioni presidenziali del 9 agosto che hanno portato a una rivolta contro il presidente autoritario Aliaksandr Lukashenka e a una successiva repressione brutale dei manifestanti da parte del regime.

La cerimonia di premiazione del Premio Sacharov si terrà il 16 dicembre.

Mercoledì, il Parlamento ha anche adottato delle nuove raccomandazioni che chiedono una revisione globale delle relazioni dell'UE con la Bielorussia.

L'UE deve rivedere le sue relazioni con la Bielorussia
 

Contesto

Il Premio Sacharov per la libertà di pensiero viene assegnato ogni anno dal Parlamento europeo. È stato istituito nel 1988 per onorare le persone e le organizzazioni che difendono i diritti umani e le libertà fondamentali. Il suo nome è in onore del fisico sovietico e dissidente politico Andrei Sacharov e il premio in denaro è di 50.000 euro.

L'anno scorso il premio è stato assegnato a Ilham Tohti, un economista uiguro che lotta per i diritti della minoranza uigura cinese.

 

Pubblicato il 22 ottobre 2020