skip to content
 
 
 

Covid-19: il Parlamento chiede una risposta UE forte e coesa

In un dibattito con Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione europea, e Charles Michel, Presidente del Consiglio, i deputati hanno chiesto un'azione europea più coordinata per proteggere i cittadini e sostenere l'economia.

I deputati hanno sottolineato che la solidarietà fra Paesi dell’Unione è stata ripristinata. I cittadini europei hanno dato prova di generosità, di poter essere presenti l'uno per l'altro e agire in modo efficace. Tuttavia, l'UE deve fare di più, affinché l'Europa possa diventare più efficace, e deve farlo con urgenza.

Molti deputati hanno sottolineato che le frontiere chiuse non sono mai una soluzione e hanno chiesto una strategia di uscita comune e un piano di ripresa all'interno di un nuovo, ambizioso, budget a lungo termine per mitigare gli effetti sociali, economici e finanziari del confinamento.

Dopo l'apertura del Presidente PE, David Sassoli, e gli interventi dei Presidenti Ursula von der Leyen e Charles Michel, sono seguiti gli interventi in aula o da remoto dei leader dei gruppi politici e, in chiusura, del vicepresidente della Commissione europea, Maroš Šefčovič.

Venerdì sarà messa al voto una proposta di risoluzione sull'azione coordinata dell'UE per combattere la pandemia di COVID-19 e le sue conseguenze. Il documento invita gli Stati membri a trarre insegnamento dalla pandemia per cooperare in modo più solidale e costruire un'Unione europea ancora più forte e resistente, consentendo alla Commissione di intraprendere rapidamente azioni decisive in risposta a future crisi.

Leggi l'intero articolo e rivedi gli interventi in aula
 

Articolo pubblicato il 16 aprile 2020