skip to content
 
 
 

L'UE unisce le forze per l'acquisto di attrezzature mediche

L’UE si prepara ad acquistare attrezzature ospedaliere e dispositivi di protezione individuale. Il Parlamento europeo sta lavorando con gli Stati membri per approvare rapidamente 40 dei 50 milioni di euro in bilancio. Il materiale sarà a disposizione degli ospedali di tutta l’Unione.

La scorsa settimana la Commissione europea ha deciso di istituire una scorta strategica rescUE di attrezzature mediche per la terapia intensiva, per la protezione personale, vaccini e sostanze terapeutiche, forniture per laboratori. La scorta garantirà che gli Stati membri che devono affrontare una carenza di quei dispositivi per combattere il COVID-19 ne siano rapidamente approvvigionati.

La disponibilità di bilancio iniziale ammonta a 50 milioni di euro, 40 dei quali devono essere approvati dalle autorità di bilancio.

Per avere una posizione negoziale più forte sul mercato mondiale, gli Stati membri dell'UE stanno unendo le forze nel quadro dell'accordo di aggiudicazione congiunta di contromisure mediche, per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale, ventilatori, respiratori e kit per i test sul coronavirus.

Commentando la proposta, il presidente della commissione Ambiente, salute pubblica e sicurezza alimentare del PE, Pascal Canfin (Renew, FR) ha detto: "La scorsa settimana, l'Europa ha preso diverse decisioni storiche per contrastare il COVID-19, compreso l’impatto sull'economia dell'UE. Non lo diciamo abbastanza e non lo diciamo abbastanza forte. L'Europa sta facendo tutto il possibile per salvare vite umane".  "La crisi attuale dimostra anche che è importante disporre di mezzi sufficienti per soddisfare le esigenze del programma del meccanismo di protezione civile dell'UE dopo il 2020, come richiesto dal Parlamento", ha concluso.

Leggi l'intero articolo
 

Pubblicato il 24 marzo 2020