skip to content
 
 
 

La Germania assume la Presidenza del Consiglio UE

Dal 1º luglio 2020 la Presidenza del Consiglio dell'Unione europea passa dalla Croazia alla Germania, che ha scelto come slogan per il suo semestre "Insieme per la ripresa dell’Europa".

La Presidenza tedesca intende focalizzare la sua azione in questi sei mesi su sei aree prioritarie:

  • Superare la pandemia di COVID-19 per una ripresa economica e sociale a lungo termine
  • Un’Europa più solida e innovativa
  • Un’Europa equa
  • Un’Europa sostenibile
  • Un’Europa della sicurezza e dei valori comuni
  • Un’Europa forte nel mondo

La crisi del coronavirus rappresenta una grande sfida per l’Unione europea. La risposta immediata alla pandemia e la ripresa sono al cuore del programma della presidenza tedesca del Consiglio.

L’obiettivo della presidenza tedesca è raggiungere rapidamente un accordo sul fondo per la ripresa e sul bilancio a lungo termine dell’UE del periodo 2021-2027. Tra le priorità ci sono la protezione del clima, attraverso il Green Deal europeo, la digitalizzazione economica e sociale dell’Europa e le future relazioni tra UE e Regno Unito. Inoltre la Germania vuole rafforzare il ruolo e le responsabilità dell’UE a livello mondiale, con particolare attenzione all’Africa e alle relazioni con la Cina.

La Cancelliera tedesca Angela Merkel presenterà e discuterà il programma della presidenza al Parlamento europeo a Bruxelles durante la prossima plenaria che si terrà l’8 luglio 2020. La sessione potrà essere seguita in diretta streaming.

I ministri tedeschi discuteranno il programma della presidenza con le commissioni parlamentari a inizio luglio.

Scopri il programma completo della presidenza tedesca (DE-EN-FR)
 
 .

Nota di background

Dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 la Germania eserciterà la Presidenza di turno del Consiglio dell'Unione europea.

Subentrano alla Croazia, che ha svolto la stessa funzione nella prima metà del 2020, in base a un meccanismo che prevede la rotazione semestrale secondo un ordine prestabilito.

Il Consiglio dell'Unione europea riunisce i governi dei singoli Stati membri. Esso negozia e adotta la nuova legislazione dell’Ue su un piano di sostanziale parità con il Parlamento europeo, concorre ad adattarla, ove necessario, e coordina le politiche. Il Consiglio riunisce in dieci diverse formazioni i ministri dei vari dicasteri, a seconda dell’argomento su cui è chiamato a deliberare.

Gli Stati membri che esercitano la Presidenza semestrale collaborano a gruppi di tre chiamati "Trio", come introdotto dal Trattato di Lisbona nel 2009. Fissano obiettivi a lungo termine e preparano un programma comune che stabilisce i temi che saranno trattati dal Consiglio in un periodo di 18 mesi. Sulla base di quanto concordato, ciascuno dei tre Paesi redige poi il proprio programma semestrale.

La Germania lavorerà a stretto contatto con gli altri due membri del "Trio", il Portogallo e la Slovenia, che assumeranno la presidenza del Consiglio rispettivamente il 1° gennaio e il 1° luglio 2021.
Scopri il programma completo        

 
 .
 

Pubblicato il 2 luglio 2020