skip to content
 
 
 

Prossimamente al Parlamento europeo

Contrasto al cambiamento climatico, priorità del bilancio UE 2021-27, servizi digitali, Unione bancaria, diritti dei passeggeri, sicurezza, salute, allargamento e molto altro. Ecco su cosa lavorerà il Parlamento europeo nel 2020.

Strasburgo: il Parlamento europeo riunito in Plenaria. CC-BY-4.0: © European Union 2019 – Source: EP.
Strasburgo: il Parlamento europeo riunito in Plenaria. CC-BY-4.0: © European Union 2019 – Source: EP.

Contrastare l’emergenza climatica è una delle priorità assolute dell’Unione europea. La Commissione sta lavorando su un Patto Verde (Green Deal) che renda l’Europa climaticamente neutrale entro il 2050.

Proseguiranno i negoziati sul bilancio UE a lungo termine. Il Parlamento chiederà più fondi per combattere il cambiamento climatico, promuovere l’innovazione e proteggere le frontiere esterne dell’Unione.

La Commissione dovrebbe presentare una proposta di legge sui servizi digitali, e un’altra sull’intelligenza artificiale. Le misure previste intendono tutelare dalla discriminazione mediante algoritmi, aggiornare le leggi sul commercio elettronico, esaminare l'uso dei big data per l'innovazione e promuovere l'intelligenza artificiale garantendone l'adeguata regolamentazione.

Il Parlamento lavorerà sulle proposte per completare l’Unione bancaria, incluse misure di protezione dei risparmi dei cittadini e di sicurezza in caso di fallimento bancario.

Saranno votati accordi commerciali e di investimento con il Vietnam, e l’UE continuerà a lavorare su nuovi accordi con altri paesi terzi.

All’inizio dell’anno la Commissione europea dovrebbe elaborare un piano d’azione per la lotta ai tumori, che verrà esaminato dal Parlamento.

Una nuova proposta potrebbe migliorare ulteriormente i diritti dei passeggeri che viaggiano in treno e in aereo. I deputati intendono rafforzare i diritti delle persone con disabilità e mobilità ridotta.

Per quanto riguarda l’allargamento dell’UE, il Parlamento sta lavorando affinché si inizino i colloqui con Albania e Nord Macedonia, che hanno soddisfatto i requisiti. I deputati discuteranno anche le possibilità di adesione dei paesi dei Balcani occidentali.

Attualmente è previsto che il Regno Unito lasci l’Unione europea il 31 gennaio 2020, tuttavia è possibile che esca prima se l’accordo di ritiro viene approvato dal Regno Unito e dal Parlamento europeo. Sarà poi necessario negoziare un accordo sulle relazioni future.

 

Pubblicato il 6 gennaio 2020