skip to content
 
 
 

Sassoli: Di fronte all'emergenza nessuno deve tirarsi indietro

Il 26 marzo, rivolgendosi ai leader europei riuniti in videoconferenza per discutere sulla risposta all’epidemia di Covid-19, il Presidente del Parlamento europeo ha esortato l’UE ad assumere un ruolo guida nel rilancio dell’economia a seguito della crisi in atto.

Prendendo la parola all’inizio della videoconferenza dedicata alla lotta contro il coronavirus, Sassoli ha detto che è necessario concentrarsi sulle misure sanitarie, ma che bisogna allo stesso tempo pensare agli strumenti “per rilanciare l'economia europea e proteggere l'occupazione e il nostro modello sociale.”

Il Presidente Sassoli ha ricordato le importanti misure finora proposte dall’UE, ma ha anche invitato a elaborare nuovi strumenti. Ha poi rimarcato l’importanza di aumentare il capitale della Banca europea per gli investimenti a sostegno di piccole e medie imprese, e sottolineato la necessità di lavorare a un meccanismo comune di debito.

Il Presidente del PE ha aggiunto che: “Nessuno deve tirarsi indietro. Tutti devono sentirsi impegnati a proteggere i nostri Paesi. Questa crisi rivelerà la nostra reale capacità di costruire il futuro dell'Europa oppure decreterà la sconfitta del progetto europeo.”

Sassoli ha rimarcato quanto sia cruciale mantenere la continuità nel lavoro delle istituzioni europee, per dimostrare ai cittadini che “l’Unione europea è la risposta a questa emergenza e alla crisi che ne conseguirà.”

“Il Parlamento resterà aperto e speriamo di avere presto misure necessarie da votare. Il momento è grave e il Parlamento non starà a guardare,” ha detto Sassoli.

"Siamo pronti a collaborare e ci attendiamo che, anche da parte vostra, ci sia un esercizio di autentica responsabilità e vengano indicazioni chiare, concrete. Non c’è tempo per ulteriori rinvii," ha concluso.

Il discorso completo di David Sassoli al Consiglio del 26 marzo 2020
 

Articolo pubblicato il 27 marzo 2020