skip to content
 
 
 

Sessione plenaria a Bruxelles dal 23 al 26 novembre: scopri l'agenda

Temi in discussione - Diritti dei consumatori: ricorso collettivo e diritto di riparazione; Libertà di stampa; Risoluzione del fenomeno dei senzatetto entro il 2030; Spazio Schengen e COVID19; Vertice UE di dicembre: vaccini, terrorismo e protezione del clima; Nuovo progetto di strategia industriale; Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

Tutela dei consumatori: ricorso collettivo per difendere i propri diritti: I gruppi di consumatori danneggiati da pratiche illegali potranno presto avviare un'azione collettiva per chiedere un risarcimento. Il Parlamento si esprimerà anche su come promuovere la sostenibilità attraverso il riutilizzo e la riparazione dei prodotti e affrontando le pratiche che riducono la loro durata.

Libertà di stampa: I deputati temono che il pluralismo dei media sia a rischio in diversi Paesi UE e mettono in guardia contro la crescente pressione subita dai giornalisti.

Fenomeno dei senzatetto entro il 2030. Il Parlamento voterà lunedì una risoluzione per affrontare il problema dei senzatetto ed eradicare l’esclusione abitativa nell’UE entro il 2030.

COVID-19: Il Parlamento vuole uno spazio Schengen pienamente funzionale. Secondo i deputati, le restrizioni alla libertà di movimento all'interno dell'UE nel corso della pandemia dovrebbero rimanere un'eccezione.

Vertice UE di dicembre: vaccini, terrorismo e protezione del clima
Mercoledì mattina, i deputati discuteranno i temi principali del prossimo Consiglio europeo con la Presidente della Commissione von der Leyen e la Presidenza tedesca.

Il Parlamento presenta il suo progetto per una nuova strategia industriale : I deputati dovrebbero affermare che un cambiamento nell'approccio alla politica industriale aiuterebbe le imprese a fronteggiare la crisi e a sostenere la transizione digitale e ambientale.

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne: Dopo l’aumento della violenza domestica durante la pandemia, i deputati dovrebbero sollecitare i Paesi UE che non hanno ancora ratificato la Convenzione di Istanbul a farlo al più presto.

 

Articolo pubblicato 20 novembre 2020