Please fill this field
Caterina CHINNICI Caterina CHINNICI
Caterina CHINNICI

Group of the Progressive Alliance of Socialists and Democrats in the European Parliament

Member

Italy - Partito Democratico (Italy)

Date of birth : , Palermo

Home Caterina CHINNICI

Vice-Chair

CONT
Committee on Budgetary Control

Member

LIBE
Committee on Civil Liberties, Justice and Home Affairs
DCAM
Delegation for relations with the countries of Central America
DLAT
Delegation to the Euro-Latin American Parliamentary Assembly

Substitute

JURI
Committee on Legal Affairs
D-CL
Delegation to the EU-Chile Joint Parliamentary Committee

Most recent activities

The EU's Cybersecurity Strategy for the Digital Decade (B9-0305/2021) IT

10-06-2021
Written explanations of vote

Ho votato a favore della proposta di risoluzione sulla Strategia dell'UE in materia di cibersicurezza. La risoluzione mira a rafforzare l’autonomia tecnologica e digitale dell'Europa tramite riforme che collegheranno più strettamente la cibersicurezza alla nuova normativa europea in materia di protezione dei dati, algoritmi, mercati e servizi Internet. Il testo, inoltre, delinea lo sviluppo di una “ciber diplomazia” europea impegnata sia a favore dell’autonomia strategica europea che della protezione del mercato unico digitale.
Nel 2019 sono stati registrati ben circa 450 attacchi alle infrastrutture critiche europee, e le vulnerabilità delle società tecnologicamente interdipendenti sono diventate particolarmente evidenti durante la pandemia di Covid-19. Al fine di preservare il suo modello sociopolitico, caratterizzato da una società tecnologica sempre più dinamica, l'UE deve essere in grado di garantire un ambiente digitalmente sicuro. Pertanto, la nuova Strategia prevede l'istituzione di una "Unità congiunta per il ciberspazio", incaricata di rafforzare le capacità informatiche delle comunità di difesa e l’utilizzo dell'intelligenza artificiale per individuare attacchi informatici.
Le nuove normative dovrebbero proteggere le infrastrutture digitali al fine di garantire la disponibilità di servizi essenziali, nonché l'integrità e la riservatezza delle informazioni, e creare un ambiente favorevole alla creazione e allo sviluppo di imprese attive nel settore digitale.

Promoting gender equality in science, technology, engineering and mathematics (STEM) education and careers (A9-0163/2021 - Susana Solís Pérez) IT

10-06-2021
Written explanations of vote

L'Europa del XXI secolo è caratterizzata da una grave carenza di donne nell'istruzione e nelle carriere scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche (STEM), a tutti i livelli, in particolare nei settori delle tecnologie digitali più innovative, come l'intelligenza artificiale (IA) e la cybersecurity.
Il piano d'azione UE per l'istruzione digitale 2021-2027 volto ad "incoraggiare la partecipazione delle donne allo STEM”, contribuirà al superamento delle barriere socioculturali, psicologiche, pedagogiche che pregiudicano l’accesso alle donne verso studi e occupazioni STEM, e/o impediscono loro di rimanervi. L’Unione europea e gli Stati membri, devono, infatti, continuare a lottare contro il persistente gender gap a livello retributivo, discriminazioni, pregiudizi e molestie sessuali sul luogo di lavoro.
Necessario, pertanto, organizzare campagne di sensibilizzazione e di orientamento professionale volte ad accrescere la fiducia delle ragazze nelle proprie capacità e ad incoraggiarle a prendere in considerazione i settori STEM.
Tuttavia, una vera parità di genere potrà essere raggiunta solo se tali misure consentiranno di superare quegli stereotipi socioculturali che persistono inconsciamente nelle nostre società e che portano, ad esempio, a regalare alle bambine giocattoli tipicamente “femminili” piuttosto che “maschili”, e quindi, di fatto, ad “orientare” le ragazze, fin da piccolissime, verso modelli predeterminati, influenzando e limitando le loro future scelte di vita.

Regulations and general conditions governing the performance of the Ombudsman’s duties (A9-0174/2021 - Paulo Rangel) IT

09-06-2021
Written explanations of vote

L'articolo 41 della Carta dei diritti fondamentali dell’UE riconosce il diritto ad una buona amministrazione quale diritto fondamentale, ed il successivo articolo 43 sancisce il diritto di sottoporre al mediatore europeo casi di cattiva amministrazione nell'operato di istituzioni, organi o organismi dell'Unione.
L’attuazione di questi diritti richiede che il mediatore europeo sia dotato di tutti gli strumenti necessari ad esercitare efficacemente le proprie funzioni. È pertanto necessario aggiornare lo statuto del mediatore, al fine di rafforzarne la capacità di svolgere indagini imparziali ed approfondite, consolidandone al tempo stesso l'indipendenza.
E il nuovo statuto assicura il principio dell'accesso pieno, gratuito ed agevole quanto alla presentazione delle denunce al mediatore; consente al mediatore di condurre anche indagini di propria iniziativa, soprattutto nei casi sistematici, ripetuti o particolarmente gravi di cattiva amministrazione; garantisce al mediatore l'accesso a tutti gli elementi necessari all'esercizio delle sue funzioni; attribuisce al mediatore la possibilità di collaborare e scambiare informazioni con le autorità nazionali; include nella relazione annuale del mediatore il risultato delle indagini su molestie, whistle blowing e confilitti di interesse.
Si rafforza così il ruolo del mediatore quale organo imparziale ed indipendente a difesa dei diritti dei cittadini europei.
Ho quindi votato a favore della relazione.

Caterina CHINNICI
Caterina CHINNICI

On EP NEWSHUB

RT @davidedionisi_: #16giugno OGGI SU @oss_romano #carcere Un’oasi per tornare a essere liberi. Don Piergiorgio Rigolo @UCSCEI e la casa d’accoglienza per ex detenuti a Cordenons @comunepordenone @Gazzettino @regioneFVGit @agensir @TV2000it @pordenoneoggi @TgrRaiFVG leggi qui https://t.co/T9KIgPN4EV  https://t.co/lRSXUkjs3j 

ST-“Necessari un quadro legislativo UE completo contro la criminalità organizzata e una nozione giuridica che rispecchi la realtà, quella di mafie anche imprenditrici che ledono libera iniziativa economica e concorrenza”, #CaterinaChinnici @EP_BudgControl: https://t.co/d9na66H4Of 

Importante workshop @EP_BudgControl oggi sul ruolo dell'UE nel GRECO (Gruppo di stati contro la corruzione @coe): nessun ostacolo tecnico-giuridico affinché da osservatore l'Unione diventi membro effettivo, un passo da compiere per rafforzare anche la lotta al crimine organizzato https://t.co/wJUgE9o3Gr 

Contact

Bruxelles

Strasbourg