Please fill this field
Stefania ZAMBELLI Stefania ZAMBELLI
Stefania ZAMBELLI

Identity and Democracy Group

Member

Italy - Lega (Italy)

Written explanations of vote Stefania ZAMBELLI

Members can submit a written explanation of their vote in plenary. Rule 194

Situation of Fundamental Rights in the European Union - Annual Report for the years 2018-2019 (A9-0226/2020 - Clare Daly) IT

26-11-2020

Il testo analizza la situazione dei diritti fondamentali nell’UE per gli anni 2018 e 2019. Il testo risulta molto sbilanciato, rispondente agli imperativi ideologici che molto spesso alcuni gruppi al Parlamento vogliono supportare. Tra i riferimenti presenti, troviamo la critica ai paesi non allineati ai voleri e allo stile di vita imposti da Bruxelles, la denuncia di presunti incrementi di discriminazione contro tutte le minoranze, la critica alla criminalizzazione delle ONG, tra le minacce allo stato di diritto non figura il terrorismo islamico, la centralità della tutela dei detenuti senza considerare le vittime dei reati. Ho ritenuto il testo pieno di riferimenti assolutamente non condivisibili, e per questo ho espresso voto contrario.

Escalating tensions in Varosha following the illegal actions by Turkey and the urgent need for the resumption of talks (B9-0355/2020) IT

26-11-2020

La risoluzione denuncia le continue tensioni a Cipro, causate dal regime autoritario di Erdogan. Il testo condanna fortemente le manovre illegali turche, cosi come le dichiarazioni del Presidente turco a supporto della divisione permanente di Cipro. Il testo invita inoltre Ankara a non intraprendere alcuna azione unilaterale, restituendo la zona di Varosha ai suoi legittimi abitanti. Anche se avrei preferito un testo che mettesse in chiaro la sospensione dei negoziati di accesso all’UE della Turchia, ho votato favorevolmente a tale risoluzione, per condannare, ancora una volta, la pericolosità del dittatore turco.

Elimination of customs duties on certain products (A9-0217/2020 - Bernd Lange) IT

26-11-2020

L’accordo prevede la soppressione di dazi doganali da parte europea per alcuni limitati prodotti, e misure corrispondenti da parte americana. Pur avendo un valore limitato, tale accordo, con la soppressione di alcuni dazi doganali, può essere un importante passo in avanti per favorire una riduzione delle tensioni commerciali con l’importante partner statunitense, con conseguenti effetti positivi per i produttori italiani. Per questo ho votato in maniera favorevole.

Union General Export Authorisation for the export of certain dual-use items from the Union to the United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland (C9-0345/2020 - Bernd Lange) IT

26-11-2020

Il mio voto favorevole al regolamento si inserisce nel contesto degli accordi tecnici per l’uscita del Regno Unito dall’UE. In particolare, esso affronta il tema dell’esportazione di prodotti a duplice uso a basso rischio, includendo il Regno Unito.

Abortion rights in Poland (B9-0373/2020) IT

26-11-2020

La situazione polacca presente molti aspetti complicati. Infatti, la Corte Costituzionale polacca ha decretato illegale l’interruzione di gravidanza in caso di malformazione del feto, riducendo la possibilità di praticare l’aborto, e scatenando numerose proteste in tutto il Paese. La relazione risulta a mio parere un’eccessiva ingerenza nei confronti di uno stato membro, essendo le norme in materia di diritti sessuali di esclusiva competenza nazionale. Inoltre, la relazione affronta una serie di tematiche secondo cui la Polonia non aderirebbe agli standard di vita imposti da Bruxelles. Pur presentando numerosissime criticità, ho espresso per motivi etici un voto di astensione a tale risoluzione, dal momento che credo che in alcuni casi gravi ed eccezionali i diritti sessuali della donna debbano essere garantiti.

EU Trade Policy Review (B9-0370/2020) IT

26-11-2020

Ho votato a favore a tale risoluzione, dal momento che ritengo sia ben messo in luce il tema del rafforzamento della competitività europea, soprattutto nel contesto della pandemia. Il testo contiene inoltre molti passaggi condivisibili, come l’accenno alle ricollocazioni, il sostegno al settore agricolo e alle Piccole e Medie Imprese, la necessità di sistemi difensivi appropriati, tutti elementi cardine da cui gli operatori italiani potranno trarre beneficio.

Towards a more sustainable single market for business and consumers (A9-0209/2020 - David Cormand) IT

25-11-2020

Tale report affronta la strategia che la Commissione e gli Stati Membri dovranno attuare per rendere il mercato interno più verde e sostenibile. Il testo risulta in larghissima parte troppo in linea con la retorica green, che comporta grossi oneri per le aziende e gli Stati Membri. Tuttavia alcuni aspetti meno stringenti, come un’etichettatura volontaria dei prodotti che ne indicano la durabilità. Alla luce di ciò ho ritenuto necessario un voto di astensione.

Addressing product safety in the single market (A9-0207/2020 - Marion Walsmann) IT

25-11-2020

Il report contiene molte raccomandazioni fondamentali in vista della revisione della direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti. Tra questi la necessità di migliorare l’efficacia dei controlli, combattere la contraffazione, la necessità di conformità di standard di sicurezza in tutti i paesi UE, controlli armonizzati in tutti i punti di ingresso e il tracciamento dei prodotti nel corso della supply chain al fine di migliorarne la sicurezza e la qualità, tema che ha ripreso in parte la nostra proposta sull’etichettatura dei prodotti e la protezione del “made in”. Queste sono in estrema sintesi le motivazioni del mio voto favorevole.

Strengthening media freedom: the protection of journalists in Europe, hate speech, disinformation and the role of platforms (A9-0205/2020 - Magdalena Adamowicz) IT

25-11-2020

La mia astensione al voto è motivata da una serie di motivazioni. Trovo condivisibili i richiami alla protezione dei giornalisti, così come la denuncia della mancata indipendenza di molti media. Condivido inoltre i richiami alla difesa della libertà di espressione, alla luce anche del recente attentato terroristico di matrice islamica contro il professor Paty. Ritengo però inaccettabili alcuni passaggi della risoluzione, soprattutto quando viene definita disinformazione ogni critica o messaggio contrario alle politiche dell’UE, oppure quando si riconduce la disinformazione ai solo gruppi populisti di destra.

A New Industrial Strategy for Europe (A9-0197/2020 - Carlo Calenda) IT

25-11-2020

Il testo riprende molti aspetti condivisibili, quali l’attenzione e il sostegno alle PMI, la denuncia di attività straniere nel mercato interno europeo, la necessità di ri-localizzare le grandi industrie entro i territori UE. Tuttavia, risulta troppo sbilanciato su alcune tematiche, quali gli obiettivi green, molto spesso irrealistici, le condizionalità verdi al Recovery Plan, poca attenzione è stata posta alla crisi occupazionale, è molto spesso sbilanciato verso un’eccessiva dimensione “gender”. Queste sono solo alcune delle motivazioni che mi hanno spinto ad esprimere un voto di astensione.

Contact

Bruxelles

Strasbourg