Please fill this field
Nicola DANTI Nicola DANTI
Nicola DANTI

“Renew Europe”

Loceklis

Itālija - Italia Viva (Itālija)

Dzimšanas gads : , Pelago (FI)

Sākums Nicola DANTI

Loceklis

ITRE
Rūpniecības, pētniecības un enerģētikas komiteja
DMER
Delegācija attiecībām ar Mercosur valstīm
DLAT
Delegācija Eiropas un Latīņamerikas parlamentārajā asamblejā

Aizstājējs

INTA
Starptautiskās tirdzniecības komiteja
TRAN
Transporta un tūrisma komiteja
D-CN
Delegācija attiecībām ar Ķīnas Tautas Republiku
DASE
Delegācija attiecībām ar Dienvidaustrumāzijas valstīm un ar Dienvidaustrumāzijas valstu asociāciju (ASEAN)

Deputāta darbība pēdējā laikā

Jaunā DFS, pašu resursi un atveseļošanas plāns IT

15-05-2020
Rakstiski balsojumu skaidrojumi

. – Ho votato con convinzione a favore della risoluzione del Parlamento europeo sul “Recovery plan”, il nuovo QFP e le risorse proprie. Come ho avuto modo di dire in Aula, questo è il momento di scelte complesse e coraggiose. Alle istituzioni europee non è chiesto solo un intervento economico per sostenere i paesi e le popolazioni in difficoltà, bensì di restituire un sogno, una visione e un'anima all’Unione europea. Per questo servono decisioni ambiziose: nella risoluzione abbiamo chiesto un Fondo per la ripresa pari a circa 2000 miliardi di euro che sia finanziato tramite debito comune e che sia erogato attraverso prestiti ma soprattutto erogazioni a fondo perduto. Questo Piano dovrà essere necessariamente collegato ad un quadro finanziario pluriennale (MFF) all’altezza delle attese e alimentato anche tramite un innovativo paniere di risorse proprie, tra cui la tassa sulle transazioni finanziarie e la digital tax. La risoluzione del Parlamento ha indicato con chiarezza la strada da percorrere. Mi auguro che la Commissione europea ed i governi nazionali sappiano raccogliere questa sfida.

Makrofinansiālās palīdzības sniegšana paplašināšanās un kaimiņreģiona partneriem saistībā ar Covid-19 pandēmijas krīzi IT

15-05-2020
Rakstiski balsojumu skaidrojumi

Lo scorso 22 aprile la Commissione Europea ha presentato una proposta di Assistenza Macro-Finanziaria (MFA) a favore di paesi limitrofi o confinanti con l’Europa. Questo intervento favorirà anche lo sforzo che l’Unione stessa sta facendo per uscire nel più breve tempo possibile dalla crisi economica legata dall’emergenza-Covid. Gli scambi commerciali con i paesi limitrofi saranno infatti uno dei fattori chiave per la ripresa delle attività di carattere economico dell’intera Unione europea. L’intervento proposto garantirebbe un ammontare totale di 3 miliardi di euro distribuiti a diversi paesi tra cui l’Ucraina, la Tunisia, la Bosnia-Herzegovina e l’Albania, solo per citare i maggiori beneficiari della misura. L’Assistenza Macro-Finanziaria prevista assumerà la forma di un prestito a medio-lungo termine e sarà erogato in due rate, di cui la prima dovrebbe essere versata verso la metà del 2020. Il mio voto alla relazione è dunque favorevole, perché ha l’obiettivo di favorire la stabilità e la ripresa dell’attività macroeconomica nei paesi confinanti, fondamentale anche per la ripartenza dell’intera UE.

Pagaidu pasākumi attiecībā uz gaisa pārvadājumu pakalpojumu sniegšanu IT

15-05-2020
Rakstiski balsojumu skaidrojumi

Il settore del trasporto aereo è uno dei più duramente colpiti dalla pandemia di COVID-19, con un traffico ridottosi del 90% e perdite stimate intorno ai €100 miliardi (e conseguente perdita di innumerevoli posti di lavoro). Grazie al testo in votazione, abbiamo emendato in maniera temporanea il Regolamento 1008/2008 contenente una serie di disposizioni che regolamentano il settore, al fine di mitigare quanto possibile gli effetti negativi della crisi. Tra le misure in oggetto, ne cito due in particolare: la scelta di derogare in via provvisoria alla disposizione che prevedrebbe la revoca della licenza d’esercizio per compagnie aeree in condizioni finanziarie non stabili, per un periodo limitato di tempo, viste le attuali condizioni economiche; e l’estensione di due anni per i contratti in scadenza al 31 dicembre 2020 dei prestatori di servizi di assistenza a terra, una misura necessaria come garanzia per consentire loro di accedere alle forme di finanziamento emergenziale previste nei vari Stati Membri. Per le suddette ragioni, ho quindi espresso il mio voto favorevole.

Nicola DANTI
Nicola DANTI

Vietnē “EP Newshub”

#RecoveryFund da 750 miliardi e la fetta più grande andrà all'Italia: 172 miliardi di cui, 81,2 miliardi a fondo perduto. Avevamo chiesto all'Europa di avere coraggio, ambizione, e la risposta è arrivata. Soldi veri non chiacchiere. Quelle le lasciamo a populisti e sovranisti https://t.co/8WTLMzo3I3 

#28maggio, appena sei anni di distanza. Nel '74 la strage fascista di #PiazzadellaLoggia, nel '80 l'omicidio di #WalterTobagi per mano di brigatisti rossi. Una pagina buia della storia repubblicana dalla quale l'Italia seppe uscire rafforzando le proprie istituzioni democratiche. https://t.co/mMtG3a7fn7 

Per chi vuole alle 22 sarò in diretta a TGCom24 per parlare di #RecoveryFund. Vi aspetto! https://t.co/FiU4IBJnl6 

Kontakti

Bruxelles

Strasbourg