Fabio Massimo CASTALDO Fabio Massimo CASTALDO
Fabio Massimo CASTALDO

Niezrzeszeni

Włochy - Movimento 5 Stelle (Włochy)

Data urodzenia : ,

Pisemne wyjaśnienia dotyczące sposobu głosowania Fabio Massimo CASTALDO

Posłowie mogą przedkładać pisemne wyjaśnienie na temat stanowiska zajętego w głosowaniu na posiedzeniu plenarnym. Art. 194 Regulaminu

Program działań Unii w dziedzinie zdrowia na lata 2021–2027 („Program UE dla zdrowia”) (A9-0196/2020 - Cristian-Silviu Buşoi) IT

13-11-2020

La proposta della Commissione istituisce il programma EU4Health, il più grande programma per la salute di sempre in termini di risorse finanziarie in Europa. Attraverso un’offerta di finanziamenti agli Stati membri, alle organizzazioni sanitarie e alle ONG, EU4Health intende rafforzare la preparazione dell’UE in caso di gravi minacce sanitarie, favorendo l’innovazione medica e una produzione più sostenibile.
Nell’elaborare la propria posizione, il Parlamento europeo ha chiesto di portare il budget del programma a 9,4 miliardi di euro, come originariamente proposto dalla Commissione, per migliorare la protezione della salute e rendere più resilienti i nostri sistemi sanitari. Il COVID-19 ha dimostrato infatti che l’UE ha urgente bisogno di un ambizioso programma sanitario europeo per affrontare le epidemie e altre sfide a lungo termine. Le disposizioni contenute nella presente relazione possono pertanto ritenersi condivisibili e ho espresso voto favorevole.

Plan inwestycyjny na rzecz zrównoważonej Europy - jak finansować Zielony Ład (A9-0198/2020 -Siegfried Mureşan, Paul Tang) IT

13-11-2020

Accolgo con interesse il report di Iniziativa sul Suistanable Europe Investment Plan.
La relazione sostiene un'economia verde, sostenibile e circolare e la necessità da parte degli Stati membri e della Commissione di elaborare dei piani strutturati per coprire i finanziamenti necessari, istituendo una metodologia univoca che permetta di misurarne effetti ed impatti.
Produzione sostenibile, emissioni ridotte e miglioramento generale degli standards ambientali si inseriscono negli obiettivi ampiamente condivisi del Green Deal europeo.
A tal proposito è molto importante che il Bilancio dell’unione europea tenga conto e sostenga il piano di investimento sostenibile così come è auspicabile che si mettano in campo modelli per favorire una maggiore mobilizzazione degli investimenti privati, ad esempio attraverso l’emissione di Green Bonds.
Ho deciso di esprimere voto a favore.

Program InvestEU (A9-203/2020 - José Manuel Fernandes, Irene Tinagli) IT

13-11-2020

La proposta della Commissione istituisce il programma InvestEU, che riunisce in un unico programma i 14 strumenti finanziari dell'UE attualmente disponibili per sostenere gli investimenti all'interno e garantire l'accesso ai finanziamenti. Attirando investimenti pubblici e privati, la Commissione prevede che il fondo InvestEU consentirà di mobilitare 1 200 miliardi di euro di investimenti aggiuntivi in tutta l'Unione europea in sei aree prioritarie, contribuendo a migliorare la competitività e la convergenza socio-economica dell'Unione, anche nel settore dell'innovazione, attraverso un uso sostenibile delle risorse.
Nonostante le numerose iniziative volte ad affrontare la situazione, nell'UE esiste infatti ancora un notevole divario in termini di investimenti. Vi è dunque urgente bisogno di un'azione dell'UE al riguardo. Le disposizioni contenute nel progetto di relazione possono ritenersi condivisibili e pertanto ho espresso voto favorevole.

Wpływ środków stosowanych w odpowiedzi na pandemię COVID-19 na demokrację, praworządność i prawa podstawowe (B9-0343/2020) IT

13-11-2020

La risoluzione votata in Plenaria e che riguarda l'impatto delle misure connesse all'epidemia da Covid-19 contiene elementi condivisibili ed importanti. In primo luogo il testo ribadisce il suo invito alle istituzioni dell'UE e agli Stati membri a trarre i giusti
insegnamenti dalla crisi della COVID-19 e ad impegnarsi in una cooperazione molto più stretta nel settore della salute, visti anche gli enormi oneri che i cittadini hanno dovuto affrontare nel tentativo di gestire la loro salute fisica e mentale durante la pandemia, anche attraverso la creazione di un'Unione sanitaria europea. Ma il testo finale contiene anche un importante invito, rivolto alla Commissione, a continuare a monitorare le misure adottate nonche' ad intensificare le sue attività di coordinamento degli Stati membri. Per tutti questi motivi il mio voto e' stato positivo.

Budżet ogólny Unii Europejskiej na rok budżetowy 2021 – wszystkie sekcje (A9-0206/2020 - Pierre Larrouturou, Olivier Chastel) IT

12-11-2020

Ho deciso di esprimere parere favorevole alla risoluzione presentata in Plenaria sul bilancio generale dell'UE per l'esercizio 2021 poiché ritengo necessario e ampiamente giustificato uno sforzo maggiore a livello comunitario per fronteggiare le conseguenze della pandemia che stiamo affrontando.
Mettere a disposizione degli Stati membri e dei cittadini maggiori risorse per iniziative quali la digitalizzazione del nostro continente o sussidi alle piccole e medie imprese colpite dalla pandemia, non è solo necessario per rilanciare la nostra economia, ma è anche un dovere morale delle Istituzioni europee.
Allo stesso modo ho accolto con favore le proposte relative all'incremento di risorse per programmi fondamentali, come EU4Health che mira a migliorare le nostre capacità in materia di sanità, o al programma Erasmus+ che si è da sempre rivelato fondamentale nella creazione di una vera identità europea, soprattutto tra i nostri giovani.
Anche azioni atte a contrastare il cambiamento climatico e mantenere la biodiversità saranno meglio equipaggiate tramite lo stanziamento di queste nuove risorse, tutte iniziative di primaria importanza per garantirci un futuro migliore.
Pertanto, l'incremento delle risorse messe a disposizione per iniziative di tale portata ha avuto il mio sostegno incontrastato.

Umowa o partnerstwie w sprawie zrównoważonych połowów między UE a Seszelami oraz protokół wykonawczy do tej umowy (na lata 2020–2026) (rezolucja) (A9-0184/2020 - Caroline Roose) IT

12-11-2020

Si tratta di una risoluzione non legislativa, nel suo insieme equilibrata, e per la quale ho espresso voto positivo. Il documento accompagna la raccomandazione sulla conclusione del nuovo protocollo dell'accordo di partenariato nel settore della pesca tra la Comunità europea e la Repubblica delle Seychelles, in vigore dal 2020 al 2026. Nel dettaglio, si chiede, mettendo in evidenza i punti di forza ma anche le debolezze dell'accordo, maggiore trasparenza per quanto riguarda l'utilizzo dei fondi dell'UE e la pubblicazione dell'elenco dei progetti finanziati ma ci si focalizza anche sulla necessità di supportare il settore locale della pesca, conferendo priorità a quella artigianale e coinvolgendo il settore nei negoziati. Infine, si invita a porre fine alla pesca eccessiva del tonno albacora.

Wprowadzenie nadzwyczajnych środków handlowych dla krajów i terytoriów uczestniczących lub powiązanych z procesem stabilizacji i stowarzyszania Unii Europejskiej (A9-0175/2020 - Emmanuel Maurel) IT

11-11-2020

L'UE costituisce di gran lunga il principale partner commerciale dei Balcani occidentali (vale a dire Albania, Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Macedonia del Nord e Serbia), rappresentando oltre il 72% degli scambi complessivi. L'UE ha progressivamente concluso accordi di stabilizzazione e di associazione (ASA) con ciascuno dei partner dei Balcani occidentali. Questi ASA hanno rappresentato strumenti per lo sviluppo economico e la stabilizzazione politica della regione. Gli accordi prevedono l'eliminazione dei dazi e delle restrizioni non tariffarie sugli scambi bilaterali in prodotti quali ortaggi o legumi, piante, radici e tuberi mangerecci, frutta e vino.
Sebbene la maggior parte delle preferenze commerciali inizialmente concesse ai Balcani occidentali attraverso il regime commerciale autonomo sia ormai stata integrata nei rispettivi accordi di stabilizzazione e di associazione con l'UE, secondo la Commissione, le limitate preferenze concesse per il tramite del regolamento in esame continuano a offrire un valido sostegno all'economia e alle imprese della regione e rimangono quindi un utile strumento di sostegno dell'UE all'integrazione economica dei Balcani occidentali. Vista l'importanza strategica di questa regione per il commercio europeo, e visto anche l'impatto negativo che potrebbe avere la mancata proroga del regolamento, ho espresso il mio voto favorevole.

Sprzeciw na podstawie art. 112 Regulaminu: genetycznie zmodyfikowana kukurydza MON 87427 × MON 89034 × MIR162 × NK603 oraz genetycznie zmodyfikowana kukurydza łącząca dwie, trzy lub cztery modyfikacje MON 87427, MON 89034, MIR162 i NK603 (B9-0346/2020) IT

11-11-2020

Nel corso dell'ottava legislatura il Parlamento ha approvato ben 36 risoluzioni che sollevavano obiezioni all'immissione in commercio degli OGM a fini di alimentazione umana e animale (33 risoluzioni) e alla coltivazione degli OGM nell'Unione (tre risoluzioni). Ad oggi, durante la nona legislatura, il Parlamento ha approvato otto obiezioni nelle quali continua ad evidenziare la mancanza di democrazia e trasparenza nel procedimento di autorizzazione degli OGM. Nel caso della risoluzione votata in Plenaria, che ha ad oggetto il granturco geneticamente modificato MON 87427 × MON 89034 × MIR162× NK603 e granturco geneticamente modificato che combina due o tre dei singoli eventi MON 87427, MON 89034, MIR162 e NK603, il Parlamento ribadisce il suo appello alla Commissione affinché non autorizzi colture geneticamente modificate resistenti agli erbicidi finché i rischi sanitari associati ai residui non siano stati esaminati in modo approfondito caso per caso. Per questo ho sostenuto l'obiezione.

Sprzeciw na podstawie art. 112 Regulaminu: genetycznie zmodyfikowana soja SYHT0H2 (SYN-ØØØH2-5) (B9-0349/2020) IT

11-11-2020

Nel corso dell'ottava legislatura il Parlamento ha approvato ben 36 risoluzioni che sollevavano obiezioni all'immissione in commercio degli OGM a fini di alimentazione umana e animale (33 risoluzioni) e alla coltivazione degli OGM nell'Unione (tre risoluzioni). Ad oggi, durante la nona legislatura, il Parlamento ha approvato otto obiezioni nelle quali continua ad evidenziare la mancanza di democrazia e trasparenza nel procedimento di autorizzazione degli OGM da parte della Commissione. Nel caso della risoluzione in votazione in Plenaria e che ha ad oggetto soia geneticamente modificata SYHT0H2 (SYN-ØØØH2-5), una delle motivazioni alla base dell'obiezione riguarda il fatto che un recente studio scientifico ha rilevato che l'Unione è la regione con l'impronta di carbonio più ampia al mondo in relazione alle importazioni di soia dal Brasile, superando del 13,8% quella della Cina, (maggior importatore di soia al mondo). Questo a causa della quota più elevata di emissioni derivanti dalla deforestazione incorporata, che costituisce una seria minaccia alla biodiversità.

Sprzeciw na podstawie art. 112 Regulaminu: genetycznie zmodyfikowana kukurydza MON 87427 × MON 87460 × MON 89034 × MIR162 × NK603 oraz genetycznie zmodyfikowana kukurydza łącząca dwie, trzy lub cztery modyfikacje MON 87427, MON 87460, MON 89034, MIR162 i NK603 (B9-0347/2020) IT

11-11-2020

Nel corso dell'ottava legislatura il Parlamento ha approvato ben 36 risoluzioni che sollevavano obiezioni all'immissione in commercio degli OGM a fini di alimentazione umana e animale (33 risoluzioni) e alla coltivazione degli OGM nell'Unione (tre risoluzioni). Ad oggi, durante la nona legislatura, il Parlamento ha approvato otto obiezioni nelle quali continua ad evidenziare la mancanza di democrazia e trasparenza nel procedimento di autorizzazione degli OGM. Anche nel caso della risoluzione votata in Plenaria che obietta all'autorizzazione del granturco geneticamente modificato MON 87427 × MON 87460 × MON89034 × MIR162 × NK603 e granturco geneticamente modificato che combina due, tre o quattro dei singoli eventi MON 87427, MON 87460, MON 89034, MIR162 e NK603, il Parlamento ribadisce il suo appello alla Commissione affinché non autorizzi colture geneticamente modificate resistenti agli erbicidi, finché i rischi sanitari associati ai residui non siano stati esaminati in modo approfondito caso per caso. Anche in questo caso ho sostenuto l'obiezione.

Kontakt

Bruxelles

Strasbourg