Briefing 
 

Cambiamento climatico: strategie nazionali per la protezione climatica e forestale 

Le emissioni di CO2 provenienti da agricoltura, trasporti, edilizia e rifiuti dovranno essere ridotte del 30% entro il 2030 e la deforestazione nell'UE dovrà essere compensata piantando nuovi alberi.

Questi sono gli obiettivi delle due proposte legislative dell'UE che saranno poste in votazione finale martedì.


Gli obiettivi dell'Unione devono essere tradotti in obiettivi nazionali vincolanti per quei settori che non rientrano nel sistema comunitario di scambio delle quote di emissione, ossia l'agricoltura, i trasporti, l'edilizia e i rifiuti, che insieme rappresentano circa il 60% delle emissioni di gas a effetto serra dell'UE.


I tagli contribuiranno a rispettare l'impegno globale dell'UE di ridurre del 40% le emissioni di gas a effetto serra in tutti i settori rispetto ai livelli del 1990, nel quadro dell'Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici.


Silvicoltura: strumento per contrastare il cambiamento climatico

 

Il Parlamento voterà un'altra proposta di legge volta a ridurre le emissioni di gas a effetto serra e ad aumentare il livello di emissioni assorbite dalle foreste, sempre con l’obiettivo di contrastare il cambiamento climatico.


Tale legge stabilisce che i Paesi dell'UE dovranno garantire che la deforestazione sia  bilanciata dalla piantagione di nuovi alberi e stabilisce misure per sviluppare il settore per rilanciarel’aumento della capacità di assorbimento di CO2 da parte di foreste, terreni coltivati e pascoli. I deputati hanno rafforzato, durate i negoziati, queste disposizioni, aggiungendo che, a partire dal 2030, gli Stati membri dovranno aumentare l'assorbimento di CO2 per superare le emissioni prodotte, in linea con gli obiettivi a lungo termine dell'UE e l'Accordo di Parigi.



Dibattito: lunedì 16 aprile

Votazione: martedì 17 aprile

Procedura: procedura legislativa ordinaria, accordo in prima lettura

Conferenza stampa: martedì 17 aprile alle 15.00, orario da confermare

Hashtag: #EUESR #LULUCF #ParisAgreement