Briefing 
 

Emissioni auto: nuove norme UE per evitare ulteriori frodi 

Il Parlamento approverà in via definitiva nuove norme per l’omologazione delle auto nell’UE per garantire che tutte quelle in circolazione siano pulite e sicure.

Nel dicembre scorso, i negoziatori del Parlamento e del Consiglio hanno concordato una revisione delle regole relative all'omologazione e ai controlli delle autovetture, per correggere i punti deboli delle normative che hanno consentito lo scandalo sulle emissioni. Le nuove norme saranno poste in votazione giovedì.


Il regolamento rafforzerà la vigilanza europea sul sistema di omologazione delle autovetture, per garantire che le norme aggiornate siano applicate in modo uniforme ed efficace in tutta l'UE. La proposta mira a rafforzarne l'indipendenza e a prevenire i conflitti di interesse, facendo chiarezza sulle responsabilità delle autorità nazionali di omologazione, dei centri di test e degli organismi di vigilanza del mercato.


Ogni paese dell'UE dovrà effettuare un numero minimo di controlli sulle autovetture ogni anno. La Commissione potrà inoltre effettuare controlli e ispezioni sui veicoli per verificarne la conformità e potrà infliggere sanzioni amministrative fino a 30.000 euro per ogni veicolo non conforme.

 

Contesto


L'omologazione è il processo con cui le autorità nazionali certificano che un modello di veicolo soddisfa tutti i requisiti UE in materia di sicurezza, ambiente e produzione prima di poter essere immesso sul mercato.

 

 

Dibattito: mercoledì 18 aprile

Votazione: giovedì 19 aprile

Procedura: procedura legislativa ordinaria, accordo in prima lettura

Hashtag: #CleanerCars