Lingua attuale: IT - italiano  

Brexit: il Parlamento lancia un monito sui diritti dei cittadini 

Nella risoluzione che sarà votata mercoledì, i deputati dovrebbero chiedere il rispetto dell’Accordo di Recesso per garantire a tutti i cittadini coinvolti il rispetto dei diritti sociali.

Il Parlamento discuterà e voterà una risoluzione su una serie di questioni che i cittadini (sia quelli dell'UE che risiedono nel Regno Unito, che i cittadini del Regno Unito che risiedono nel resto dell'UE) potrebbero dover affrontare dopo la Brexit.


La bozza di risoluzione sottolinea che l'Accordo di Recesso contiene disposizioni eque ed equilibrate per tutelare i diritti dei cittadini durante e dopo il periodo di transizione. Pertanto, un'attuazione completa delle disposizioni dell'Accordo è essenziale al fine di proteggere le persone interessate, le loro famiglie e il loro diritto alla sicurezza sociale nel lungo termine, sottolineano i deputati.


In particolare, nella bozza di risoluzione si fa riferimento alle questioni derivanti dal Programma di Regolamento dell'UE del governo del Regno Unito, si invitano i governi dell'UE-27 a essere coerenti e generosi nei confronti dei cittadini britannici residenti nell'UE.


Contesto

Per entrare in vigore, l'Accordo di Recesso deve essere approvato dal Parlamento europeo a maggioranza semplice dei voti espressi (articolo 50, paragrafo 2 del trattato sull'Unione europea). Il Parlamento voterà l'Accordo dopo che il processo di ratifica nel Regno Unito sarà stato completato.



Dibattito: martedì 14 gennaio

Voto: mercoledì 15 gennaio

Procedura: risoluzione non legislativa