Lingua attuale: IT - italiano  

Stop al traffico illegale di cani e gatti 

Il PE chiederà un piano d'azione UE per porre fine al commercio illegale degli animali da compagnia, per proteggere il benessere degli animali, tutelare i proprietari e la salute pubblica.

Mercoledì, i deputati dovrebbero adottare una risoluzione che chiede un sistema obbligatorio UE per la registrazione di cani e gatti, oltre a una definizione a livello comunitario delle strutture di allevamento commerciale su larga scala, note come fabbriche di cuccioli.


Contesto


Si stima che ogni mese vengano scambiati tra i paesi dell'UE circa 46.000 cani, la maggior parte dei quali non è registrata. Una parte degli allevatori commerciali sta inoltre abusando della legislazione UE sui movimenti a carattere non commerciale degli animali da compagnia (Regolamento (UE) n. 576/2013), per scambi di natura economica.


Oltre alla minaccia per la salute pubblica, il benessere degli animali e la protezione dei consumatori, il commercio illegale di animali da compagnia è diventato anche una grande fonte di reddito per la criminalità organizzata internazionale.


Dibattito: martedì 11 febbraio

Votazione: mercoledì 12 febbraio

Procedura: risoluzione su temi di attualità