Briefing 
 

Il Parlamento chiede misure più severe contro l’inquinamento da farmaci 

Allo scopo di limitare i danni per l’ambiente e la salute pubblica, i deputati chiederanno nuove misure per un più corretto uso e smaltimento dei prodotti farmaceutici.

Dopo il dibattito, previsto per lunedì, il Parlamento adotterà (nella giornata di giovedì) una risoluzione volta a combattere l’inquinamento derivante da farmaci. Si tratta di una pratica che causa danni a lungo termine all’ambiente, riduce l’efficacia dei trattamenti medici e aumenta la resistenza agli antibiotici. Fra le misure proposte figurano la promozione di un uso più consapevole dei farmaci, lo sviluppo di metodi produttivi meno inquinanti e di migliori tecniche di smaltimento dei rifiuti.


I deputati sono preoccupati dal costante aumento del utilizzo di farmaci da parte dei cittadini dell’Unione e invitano gli stati membri a scambiare idee e buone pratiche relative all’uso di antibiotici in fase preventiva e allo smaltimento di medicinali scaduti.


I parlamentari potrebbero anche sottolineare l’esigenza di dare nuovo impulso allo sviluppo di farmaci ecosostenibili, altrettanto efficaci per i pazienti ma meno dannosi per l’ambiente.


Contesto


A marzo 2019, la Commissione europea ha pubblicato l’Approccio strategico dell’Unione europea riguardo all’impatto ambientale dei farmaci, sottolineando le possibili azioni da intraprendere.



Dibattito: lunedì 14 settembre

Votazione: giovedì 17 settembre

Procedura: risoluzione non legislativa