Briefing 
 

Norme UE sull'esportazione di armi: i deputati chiedono maggiore trasparenza 

Mercoledì, i deputati valuteranno il modo in cui gli Stati membri attuano e rispettano le regole comuni UE sulle esportazioni di attrezzature militari.

Alla luce della crescente produzione di armi nell'UE, i deputati sono pronti a chiedere dei controlli più severi e una maggiore trasparenza, con una relazione che valuta in che modo gli Stati membri stiano rispettando le regole comuni concordate nel 2008 sulle esportazioni di tecnologie e attrezzature militari. Nel corso del dibattito che si terrà lunedì, i deputati probabilmente evidenzieranno le incoerenze nella prassi attuale.


Contesto


La posizione comune 2008/944/PESC è un insieme di norme giuridicamente vincolanti che contiene otto criteri da prendere in considerazione per il rilascio delle licenze di esportazione. Tra le altre cose, i criteri includono il rispetto dei diritti umani nel paese di destinazione finale e dovrebbero avere la precedenza su qualsiasi interesse nazionale di carattere economico, sociale, commerciale o industriale.


Secondo dei rapporti di ricerca indipendenti, l'UE a 27 e il Regno Unito sono stati, collettivamente, il secondo fornitore di armi al mondo nel periodo 2015-2019.



Dibattito: lunedì 14 settembre

Votazione: mercoledì 17 settembre

Procedura: risoluzione non legislativa