Briefing 
 

Intelligenza artificiale: Il PE getta le basi per le prime regole UE 

I deputati adotteranno una serie di proposte per regolamentare l'Intelligenza Artificiale (IA), al fine di promuovere innovazione, standard etici e fiducia nella tecnologia.

Il dibattito è previsto per lunedì, mentre le votazioni di due iniziative legislative e di un’ulteriore risoluzione non vincolante sono in programma per martedì.


Il Parlamento europeo è tra i primi a proporre delle raccomandazioni su ciò che le norme sull'IA dovrebbero includere in materia di etica, responsabilità e diritti di proprietà intellettuale, per fare in modo che l'UE possa diventare un leader globale nello sviluppo tecnologico. La proposta legislativa della Commissione sul tema dovrebbe arrivare all'inizio del prossimo anno.


Nell’iniziativa legislativa sugli aspetti etici si sottolinea che le leggi future dovrebbero tenere conto di diversi principi guida. L’IA dovrebbe essere incentrata sull’uomo. Inoltre, gli altri principi dovrebbero riguardare la sicurezza, la trasparenza, la responsabilità, la salvaguardia contro i pregiudizi e le discriminazioni, il diritto al risarcimento, la responsabilità sociale e ambientale e il rispetto dei diritti fondamentali.


Nella seconda iniziativa legislativa, si chiede inoltre di adottare un quadro di riferimento orientato al futuro in materia di responsabilità civile, per far in modo che gli operatori dell'IA ad alto rischio rispondano in caso di danni. Le norme dovrebbero riguardare la protezione della vita, della salute, dell'integrità fisica, della proprietà e dei beni, nonché i danni significativi non materiali, qualora si registri una perdita economica verificabile.


Infine, nel terzo testo si richiede un sistema efficace per i diritti di proprietà intellettuale e per la salvaguardia delle norme UE sui brevetti. Tale sistema dovrebbe occuparsi della personalità giuridica, del diritto d'autore, dei segreti commerciali e della protezione delle opere creative che utilizzino o siano generate dall’IA.



Dibattito: lunedì 19 ottobre

Votazione: martedì 20 ottobre, annuncio dei risultati mercoledì 21 ottobre

Procedura: risoluzione di iniziativa legislativa e risoluzione non legislativa