Briefing 
 

Economia circolare: proposte per migliorare il consumo e il riciclo nell’UE 

Il PE discuterà e voterà una serie di proposte per raggiungere un’economia a zero emissioni di carbonio, sostenibile e completamente circolare entro il 2050.

Il dibattito si terrà lunedì, mentre la votazione sulla risoluzione, approvata il 27 gennaio dalla commissione parlamentare per l’ambiente, la salute e la sicurezza alimentare (ENVI), è prevista martedì.


I risultati della votazione saranno comunicati mercoledì mattina.


Secondo i deputati, l'attuale economia lineare produzione-consumo-scarto (take–make–dispose in inglese) deve essere trasformata in una vera economia circolare attraverso obiettivi vincolanti per il 2030, al fine di ridurre l’impronta ecologica dell'uso e consumo di materiali, coprendo l'intero ciclo di vita di ogni categoria di prodotti immessi sul mercato UE. I deputati chiedono, inoltre, alla Commissione di proporre degli standard specifici per prodotto e/o per settore per ogni contenuto riciclato.


Per maggiori informazioni, cliccare qui.


Contesto


Nel marzo 2020, la Commissione ha adottato un nuovo piano d'azione sull'economia circolare per un'Europa più pulita e competitiva. I membri della commissiona parlamentare per l’ambiente (ENVI) hanno tenuto un dibattito sul tema ad ottobre.


Fino all'80% dell'impatto ambientale dei prodotti è determinato al momento della loro progettazione. Il consumo globale di materiali dovrebbe raddoppiare nei prossimi quarant'anni, mentre la quantità di rifiuti generati ogni anno dovrebbe aumentare del 70% entro il 2050. Metà delle emissioni totali di gas serra, e più del 90% della perdita di biodiversità e dello stress idrico, provengono infatti dall'estrazione e dalla lavorazione delle risorse.



Dibattito: lunedì 8 febbraio

Votazione: martedì 9 febbraio; risultati 10 febbraio

Procedura: risoluzione non legislativa