Briefing 
 

Vaccini COVID-19: il Parlamento vota la richiesta di revoca dei brevetti 

I deputati voteranno una richiesta all'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) di revoca dei diritti di proprietà intellettuale per i vaccini COVID-19.

In un dibattito che si è tenuto nel corso della sessione plenaria di maggio, diversi gruppi politici del Parlamento hanno invitato la Commissione a chiedere tale revoca per sostenere gli sforzi di vaccinazione globale, mentre altri gruppi hanno affermato che ciò non accelererebbe la fornitura di vaccini. Più recentemente, i deputati della commissione per il commercio internazionale (INTA) hanno esortato l'UE ad impegnarsi in negoziati costruttivi in seno all'OMC per far sì che i paesi non debbano affrontare ritorsioni in caso di violazione dei brevetti legati al COVID-19.


La risoluzione sarà votata mercoledì, mentre i risultati saranno annunciati giovedì.


Contesto


Qualsiasi decisione sulla revoca dei diritti di proprietà intellettuale deve essere presa dal Consiglio TRIPs (Consiglio per gli aspetti dei diritti di proprietà intellettuale attinenti al commercio) dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC).


Nell'ottobre dello scorso anno, India e Sudafrica hanno avviato a livello OMC una proposta per esentare temporaneamente dalla protezione dei DPI tutti i brevetti sulla prevenzione, il contenimento e il trattamento del COVID-19. In seguito, l'amministrazione statunitense ha sostenuto tale richiesta.


Il 20 maggio, la direttrice generale dell'OMC, la dottoressa Ngozi Okonjo-Iweala, ha discusso in Parlamento, tra le altre cose, la richiesta di esenzione dai brevetti con i deputati della commissione per il commercio.



Dibattito: mercoledì 19 maggio

Risultati della votazione: giovedì 10 giugno

Procedura: dichiarazioni di Consiglio e Commissione, con risoluzione