Briefing 
 

Biodiversità: obiettivi vincolanti per proteggere esseri umani e fauna selvatica 

I deputati discuteranno lunedì e voteranno martedì la nuova strategia dell'UE per la biodiversità 2030, per chiedere una migliore protezione delle aree terrestri e marine dell'Unione.

A livello globale, la natura è in uno stato di declino ad un ritmo senza precedenti e si stima che, su otto milioni di specie, un milione sia a rischio estinzione (secondo il rapporto IPBES). Il Parlamento ha sempre dato la priorità alla biodiversità e ne ha ripetutamente segnalato la continua riduzione senza precedenti.


In seguito all'adozione della Strategia UE sulla biodiversità per il 2030 da parte della Commissione, i deputati dovrebbero chiedere una legge sulla biodiversità simile a quella sul clima, per garantire che entro il 2050 gli ecosistemi del mondo siano ripristinati e adeguatamente protetti.


Dovrebbero poi chiedere la protezione di almeno il 30% delle aree terrestri e marine dell'UE, oltre a un'azione urgente per fermare il declino delle api e di altri impollinatori e degli obiettivi vincolanti sulla biodiversità urbana come i tetti verdi.



Dibattito: lunedì 7 giugno

Risultati della votazione: mercoledì 9 giugno

Procedura: risoluzione non legislativa