Briefing 
 

Social media: intensificare gli sforzi per combattere la disinformazione 

I deputati discuteranno con la Commissione su come combattere più efficacemente l'interferenza straniera online, in un dibattito martedì sera.

La commissione speciale del PE sulle interferenze straniere ritiene che il prossimo Digital Services Act rafforzerà i requisiti per le piattaforme online per affrontare i contenuti illegali e creare un ambiente online più sicuro e affidabile. Tuttavia, la mancanza di coordinazione fra i diversi responsabili politici impegnati in questo campo impedisce di avere una visione complessiva dei modelli di disinformazione online.


Auspicando un maggiore coordinamento e cooperazione a livello europeo e nazionale, i deputati stanno sollevando, in una serie di interrogazioni alla Commissione, una serie di questioni che l'UE deve affrontare, tra cui il controllo della disinformazione e dell’incitamento all’odio in lingue diverse dall'inglese, l'intermediazione di dati e la regolamentazione degli algoritmi, l’incremento dell'alfabetizzazione mediatica e la promozione di contenuti mediatici di qualità.



Dibattito: martedì 5 ottobre

Procedura: interrogazione scritta con risposta orale della Commissione, senza risoluzione