800 giovani parlano del futuro dell’Europa: “Concentriamoci su ciò che ci unisce e non su ciò che ci divide” 

 
 

Condividi questa pagina: 

A soli sei mesi dalle elezioni europee del 2019, il 19 novembre 800 giovani hanno preso il controllo del Parlamento per far sentire la loro voce sul futuro dell’Europa

Alcuni giovani del Youth Parliament Anne (Germania) Jacopo (Italia) Tess (Svezia) Deimantas (Lituania) Ashley (Irlanda) Abdou-nour(UK)  

Il primo Youth Parliament (il Parlamento dei Giovani), una continuazione dell’Evento europeo per i giovani dello scorso giugno, ha incluso discussioni su come aumentare la partecipazione giovanile alle elezioni, come rendere le aree rurali in Europa più attrattive per i giovani, come ridurre i rifiuti di plastica e come creare città più eco-sostenibili.

Le conclusioni raggiunte dallo Youth Parliament sono state adottate dai partecipanti tramite una votazione e saranno successivamente presentate al Presidente Antonio Tajani. Quest’ultimo porterà le proposte votate al vertice dei leader europei in programma per il mese prossimo.

Scopri le proposte dei partecipanti sulla nostra pagina Instagram


“Il mio sogno per l’Europa è un’Europa ancora più unita, capace di concentrarsi più sulle cose che ci uniscono invece che su quelle che ci dividono”

Jacopo Crosetto dall’Italia 
Condividi la citazione: