Condividi questa pagina: 

Il primo compito del nuovo Parlamento europeo è eleggere il suo prossimo presidente. La procedura in dettaglio nell’infografica

Il primo compito dei nuovi eurodeputati è quello di scegliere chi sarà il nuovo presidente del Parlamento europeo. Saranno chiamati a farlo durante la prima plenaria, che si svolgerà all’inizio di luglio.


I candidati alla presidenza del Parlamento europeo devono essere proposti dai gruppi politici o da almeno 38 eurodeputati (ossia da un ventesimo di tutti gli eurodeputati). Non possono esserci più di quattro votazioni e l’ultima di queste deve essere fra i due candidati che hanno ricevuto la maggioranza dei voti nella penultima votazione, ossia la terza. Per poter vincere, i candidati devono ottenere la maggioranza dei voti espressi.


Il presidente amministra le attività del Parlamento, mantiene l’ordine dei lavori e rappresenta il Parlamento nei rapporti con le altre istituzioni. Il presidente può scegliere di delegare alcune delle sue funzioni ai 14 vice-presidenti in carica, eletti anche loro nel corso della prima seduta di plenaria.


Il mandato del presidente è di due anni e mezzo, ma si può essere eletti come presidenti del Parlamento europeo più di una volta.

Le schede elettorali che indicano le preferenze per il candidato alla presidenza del Parlamento europeo