Punti chiave della plenaria: bilancio a lungo termine dell’UE, commercio con il Vietnam, relazioni UE-Regno Unito 

 
 

Condividi questa pagina: 

Il Parlamento ha chiesto un bilancio a lungo termine dell’UE ambizioso, approvato l’accordo commerciale con il Vietnam e definito la sua posizione sulle relazioni future con il Regno Unito

Durante un dibattito in plenaria con la commissione e il Consiglio mercoledì 12 febbraio i deputati hanno chiesto che il bilancio 2021-2027 riceva finanziamenti adeguati. In vista del vertice europeo sul bilancio del 20 febbraio, gli eurodeputati hanno dichiarato che l’UE dovrà essere in grado di gestire le nuove sfide come la trasformazione verso un'economia sostenibile e la digitalizzazione, nonché di sostenere gli agricoltori, le regioni e le città, i giovani, i ricercatori e gli imprenditori.

Mercoledì 12 febbraio il Parlamento ha approvato un accordo di libero scambio e di protezione degli investimenti con il Vietnam. L’obiettivo dell’accordo è abattere quasi tutti i dazi, stimolare i legami commerciali e creare nuovi posti di lavoro in Europa. Leggi la nostra intervista a Geert Bourgeois - responsabile per il Parlamento degli accordi commerciali con il Vietnam.

Sempre il 12 febbraio, i deputati hanno definito la posizione del Parlamento per i prossimi negoziati sul futuro delle relazioni con il Regno Unito. Nella risoluzione adottata mercoledì 12 si dichiara che è necessario garantire che sia alle imprese dell’UE che a quelle britanniche norme equivalenti in materia sociale e ambientale, fiscale, della concorrenza e degli aiuti di stato.

La Banca centrale europea (BCE) deve continuare a perseguire una politica monetaria che stimoli la crescita, ma anche gli stati membri devono fare la propria parte. Questa la posizione del Parlamento nella risoluzione adottata mercoledì 12 febbraio sul lavoro della Banca centrale europea, a seguito di un dibattito in plenaria con la presidente della BCE Christine Lagarde martedì 11 febbraio.

I sistemi decisionali automatizzati sviluppati grazie all’intelligenza artificiale sono veloci ed efficienti ma la mancanza di supervisione umana potrebbe comportare dei rischi per i consumatori. Mercoledì 12 febbraio il Parlamento ha approvato una risoluzione per proteggere i diritti dei consumatori e garantire che i dati sui quali vengono formati i sistemi decisionali automatizzati non riflettano pregiudizi umani.

Il 12 febbraio i deputati hanno discusso delle azioni che dovrebbe intraprendere l’UE nei prossimi anni per garantire la parità tra uomini e donne nell’UE, e hanno adottato una risoluzione per chiedere la fine delle mutilazioni genitali femminili. In una risoluzione adottata giovedì 13 febbraio in vista del vertice ONU sui diritti delle donne, il Parlamento ha chiesto un impegno maggiore da parte dell’UE per la parità di genere.

In un dibattito nella pomeriggio di mercoledì 12 febbraio, i deputati hanno discusso dell’epidemia del coronavirus e della necessità di sforzi collettivi a livello europeo per controllarne la diffusione.





Il 12 febbraio il Parlamento ha anche chiesto un sistema di registrazione obbligatoria per cani e gatti nell’UE, e altre misure atte a prevenire il traffico illegale di animali da compagnia.

Lunedì 10 febbraio il Parlamento ha discusso le proposte della nuova Commissione su come rendere più efficace il processo di adesione all’UE.

La sessione plenaria di febbraio è stata la prima per i deputati, il cui mandato è iniziato il 1 febbraio - dopo la Brexit. Ciò ha comportato cambiamenti nella distribuzione dei seggi del Parlamento europeo, e nella composizione numerica delle Commissioni.