Prima plenaria di ottobre: cambiamenti nella Commissione, bilancio UE e legge sul clima 

 
 

Condividi questa pagina: 

Durante la prima plenaria di ottobre il Parlamento europeo ha votato i cambiamenti nella Commissione e nuovi obiettivi per il clima. Ha inoltre discusso dello stato di diritto nell’UE.

Cambiamenti nella Commissione europea

Gli eurodeputati hanno approvato mercoledì 7 ottobre la nomina di Mairead McGuinness come Commissaria per la Stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l’Unione dei mercati dei capitali e il cambio di portafoglio per il Vicepresidente esecutivo Valdis Dombrovskis, che ora è responsabile del commercio.

Stato di diritto

In una relazione adottata mercoledì, gli eurodeputati hanno richiesto un rafforzamento dello stato di diritto in tutta Europa attraverso un nuovo dispositivo che subordini la ricezione dei fondi UE al rispetto dello stato di diritto. Durante un’altra votazione, hanno richiesto che i valori europei siano rispettati appieno e senza condizioni in Bulgaria.

Legge sul clima

Durante il voto sulla legge europea sul clima di mercoledì il Parlamento ha affermato che tutti gli stati membri dovranno divenire climaticamente neutrali entro il 2050. Ha inoltre richiesto che la riduzione dei livelli di emissioni rispetto al 1990 prevista per il 2030 sia aumentata dal 40% al 60% e che venga aggiunto un obiettivo intermedio per il 2040 per assicurare che l’UE sia sulla giusta strada per raggiungere quanto prefissatosi per il 2050. In una votazione separata, gli eurodeputati hanno inoltre specificato che l’UE dovrebbe promuovere nuovi modelli di gestione boschiva, che assicurino che le foreste siano sostenibili sia a livello ambientale che a livello economico.

Brexit e crisi COVID-19

I membri del Parlamento europeo hanno anche discusso in merito alla Brexit e alla ripresa economica durante il dibattito con il presidente del Consiglio Charles Michel sull’ultimo vertice europeo e sul prossimo previsto per il 15-16 ottobre.

In merito alla ripresa, durante una votazione giovedì 8 ottobre, gli eurodeputati hanno richiesto che gli stati membri adottino misure più decisive per controbilanciare l’impatto negativo della crisi generata dalla pandemia di COVID-19 sui più giovani, ad esempio assicurando che tutti coloro che si sono registrati per programmi di Garanzia europea per giovani possano accedere a offerte “di lavoro, formazione o tirocinio di qualità, diversificate e personalizzate”.

Riguardo alla Brexit invece, giovedì il Parlamento ha approvato due proposte che riguardano il tunnel della Manica, con l’obiettivo di mantenere la stessa serie di norme sull’intero tratto di galleria ferroviaria una volta che l’UK avrà status di paese terzo.

Crowdfunding

Nella sessione plenaria di lunedì sera è stato approvato l’accordo con il Consiglio per regole comuni che incentivino le piattaforme di crowdfunding e che proteggano gli investitori. Grazie a uno schema normativo unico e comunitario riguardante i servizi di crowdfunding in Europa, le nuove regole aiuteranno i servizi di finanziamento partecipativo a funzionare in modo fluido nel mercato interno e a promuovere il finanziamento transfrontaliero delle imprese.

Sicurezza alimentare

Il Parlamento si è opposto giovedì alla proposta della Commissione riguardante i prodotti alimentari contenenti biossido di titanio e acrilamide in considerazione della protezione della salute dei consumatori europei, soprattutto quella dei bambini.