Prossimamente in plenaria: diritti dei consumatori, strategia industriale, libertà di stampa 

 
 

Condividi questa pagina: 

Diritti dei consumatori, una strategia industriale in grado di far fronte alla crisi e libertà di stampa: sono tra i punti in agenda della densa plenaria del 23-26 novembre.

Protezione dei consumatori

Il Parlamento europeo mercoledì 25 novembre richiederà misure specifiche per creare un mercato unico più sostenibile per le imprese e i consumatori attraverso il “diritto alla riparazione”, la lotta alle pratiche commerciali sleali che accorciano deliberatamente la vita di un prodotto e la promozione della cultura del riuso.

Richiederà anche più sforzi per garantire la sicurezza dei prodotti e la protezione dei cittadini a livello comunitario.

Il Parlamento voterà nuove norme che permettano ai gruppi di consumatori di intraprendere azioni legali collettive sia a livello nazionale che a livello europeo. Il risultato sarà annunciato mercoledì.

Strategia industriale

Il Parlamento europeo lunedì 23 novembre aprirà il dibattito sulla strategia industriale europea con l’intenzione di adottare mercoledì una risoluzione in merito. Richiederà una revisione della proposta della Commissione europea perché rappresenti le misure necessarie alla ripresa dagli effetti della pandemia di coronavirus, contribuendo allo stesso tempo al raggiungimento degli obiettivi prefissati per la transizione verde e digitale.

Libertà di stampa

Lo stato della libertà di stampa nell’UE sarà preso in esame lunedì, con particolare attenzione alla protezione dei giornalisti, alle interferenze politiche, alla disinformazione e al ruolo delle piattaforme online. Mercoledì il Parlamento discuterà dell’interferenza ungherese nei media della Slovenia e della Macedonia del Nord.

Digitalizzazione della giustizia

Il Parlamento europeo intende approvare martedì nuove norme per rendere l’accesso alla giustizia più veloce, economico e semplice per i cittadini e le imprese UE attraverso nuove soluzioni digitali.

Priorità del vertice

Anticipando il vertice dei leader europei del 10 e 11 dicembre, il Parlamento dovrebbe sollevare i propri interrogativi su temi che vanno dal bilancio a lungo termine UE e allo stato di diritto fino ai test e ai vaccini per COVID-19, gli obiettivi climatici europei e la lotta al terrorismo. Questo avverrà mercoledì nel dibattito con la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

Scopri le 10 azioni dell’UE per la ripresa economica post COVID-19.

Lotta alla mancanza di fissa dimora

Lunedì il Parlamento vuole chiedere che l’UE si impegni a porre fine al fenomeno della mancanza di fissa dimora entro il 2030.

Sempre in agenda

Anche solidarietà, diritti e politica sono tra i punti in agenda. Si discuterà dei diritti fondamentali nell’Unione europea e del diritto all’aborto in Polonia, di una nuova strategia farmaceutica e degli 823 milioni di euro di aiuti destinati a otto stati membri che stanno affrontando gli effetti causati da disastri naturali. Inoltre si discuterà anche dell’occupazione turca nella parte settentrionale di Cipro.