Cosa è successo nella prima metà del 2022 al Parlamento europeo 

 
 

Condividi questa pagina: 

Nella prima metà del 2022 il Parlamento europeo ha proseguito i lavori sulla conferenza sul futuro dell'Europa, ha sostenuto l'Ucraina e

Elezione del nuovo Presidente del Parlamento Europeo

 

Il 2022 si è aperto con l'elezione di Roberta Metsola (PPE, MT) a nuova Presidente del Parlamento Europeo. La presidente Metsola è la terza donna alla guida dell'eurocamera, dopo Simone Veil (1979-1982) e Nicole Fontaine (1999-2002), nonché la più giovane a occupare questa posizione. La presidente guiderà il Parlamento europeo fino alle prossime elezioni del 2024.

Ucraina

Sulla scia dell'offensiva russa, il 1° marzo il Parlamento europeo ha tenuto una sessione plenaria straordinaria, durante la quale il presidente Zelensky è intervenuto da Kiev. Dall'inizio delle ostilità, l'Unione europea e i suoi leader hanno rinnovato il proprio impegno a sostenere l'Ucraina.

Ad aprile, la presidente Metsola è stato la prima leader di un'istituzione dell'UE a recarsi a Kiev di persona. Oltre a sostenere le sanzioni contro la Russia e gli aiuti all'Ucraina, il Parlamento ha fortemente raccomandato di concedere al paese lo status di candidato all'UE.

Conferenza sul futuro dell'Europa

Il 9 maggio 2022, dopo un anno di intense discussioni e dibattiti guidati dai cittadini, presso il Parlamento europeo a Strasburgo si è conclusa la Conferenza sul futuro dell'Europa.

La relazione finale della Conferenza contiene 49 proposte e più di 320 misure su temi quali il cambiamento climatico, la salute, la giustizia sociale, i valori dell'UE, la democrazia, la sicurezza, la trasformazione digitale e la cultura.

Cambiamenti climatici

Nell'ambito dell'impegno per la lotta ai cambiamenti climatici e per l'attuazione del Green Deal europeo, il Parlamento europeo ha adottato la sua posizione negoziale su una serie di proposte del pacchetto "Pronti per il 55%". Tra queste compaiono:


    Servizi digitali

    Il 5 luglio il Parlamento ha adottato due provvedimenti fondamentali: la legge sui mercati digitali e la legge sui servizi digitali. Le nuove norme dell'UE fissano gli standard di trasparenza e di responsabilità per la protezione dei consumatori da contenuti illegali, pratiche sleali e alcuni tipi di pubblicità mirata.



    Roaming

    Il Parlamento europeo ha approvato ad aprile un'estensione di 10 anni delle norme sul roaming (roaming mobile), consentendo ai consumatori dell'UE di continuare a utilizzare i telefoni cellulari quando viaggiano all'interno dell'UE senza costi aggiuntivi. Il 1° luglio è stata la data della sua entrata in vigore.



    Caricabatteria universale

    Il Parlamento ha raggiunto un accordo con il Consiglio per rendere entro l'autunno 2024 l'USB di tipo C il caricabatterie universale utilizzabile per i dispositivi elettronici portatili di piccole e medie dimensioni nell'UE .

     

    Parità di genere


    Il Parlamento europeo ha proseguito i suoi sforzi per promuovere la parità tra uomini e donne, sostenendo proposte per stabilire misure vincolanti sulla trasparenza retributiva e migliorare l'equilibrio tra uomini e donne nei consigli di amministrazione.

    Premio LUX per il cinema

     

    Il Premio del Pubblico LUX 2022 è andato a "Quo vadis, Aida?" della regista bosniaca Jasmila Žbanić. Accettando il premio, la regista ha tracciato un parallelo tra il suo film e l'attuale situazione in Ucraina e ha esortato gli eurodeputati a trovare un modo per fermare la guerra.

    Scopri il Parlamento europeo sui social media