Coronavirus: consigli pratici per viaggiare in sicurezza 

Aggiornato il: 
 
Pubblicato:   
 

Condividi questa pagina: 

La pandemia di coronavirus rende difficile viaggiare anche in Europa. Ecco alcuni consigli pratici dell’UE per fare viaggi in sicurezza

Alcuni consigli pratici per viaggiare in sicurezza ©DisobeyArt/Adobe Stock  

Continua a essere importante, per poter viaggiare, prendere precauzioni e seguire le istruzioni delle autorità nazionali in merito a salute e sicurezza. Per aiutare gli europei a viaggiare in sicurezza, la Commissione europea ha presentato un pacchetto di orientamenti e raccomandazioni:

  • Re-open EU: un portale con gli ultimi aggiornamenti sulle condizioni di viaggio e le misure di sicurezza nell'UE
  • Il Certificato COVID Digitale dell'UE che comprovando la vaccinazione, il risultato negativo del test o la guarigione dal COVID, facilita il modo di viaggiare in sicurezza.
  • Applicazioni mobili di tracciamento dei contatti da coronavirus

Consigli dell'Agenzia europea per la sicurezza aerea (AESA) per i viaggi aerei: 
  • Evitare di viaggiare in caso di sintomi come tosse, febbre, mancanza di respiro, perdita del gusto o dell'olfatto 
  • Completare la dichiarazione di buona salute prima del check-in e, se possibile, effettuare il check-in online 
  • Assicurarsi di avere abbastanza mascherine per il viaggio (che normalmente dovrebbero essere cambiate ogni 4 ore) 
  • In caso di difficoltà nel mantenere le distanze di sicurezza, potrebbe esserti chiesto di indossare una mascherina. 
  • Prevedere un tempo sufficiente per controlli e procedure extra in aeroporto; preparare in anticipo tutti i documenti  
  • Indossare una mascherina chirurgica, l'igienizzare le mani e praticare il distanziamento fisico 
  • Utilizzare un fazzoletto o coprirsi con il gomito per tossire o starnutire 
  • Stazioni, porti e aeroporti dovrebbero garantire pulizie e disinfezioni regolari e fornire prodotti igienizzanti a bordo dei mezzi. 
  • Limitare i propri movimenti all'interno dell'aereo 

Il Parlamento europeo ha insistito sulla necessità di un'azione dell'UE forte e coordinata per superare la crisi nel settore del turismo, fin dal marzo 2020 quando ha chiesto una nuova strategia europea per rendere il turismo più pulito, sicuro e sostenibile e per aiutarlo a rimettersi in piedi dopo la pandemia.

Scopri che cosa sta facendo l’UE per contrastare il coronavirus