Emissioni di CO2 delle auto: i numeri e i dati. Infografica 

Aggiornato il: 
 
Pubblicato:   
 

Condividi questa pagina: 

Quali sono i tassi di emissioni di CO2 delle macchine? Le auto elettriche sono davvero un’alternativa più green? Scopri di più nella nostra infografica.

Il settore dei trasporti è responsabile di circa un quarto delle emissioni totali di CO2 in Europa, il 71,7% delle quali viene prodotto dal trasporto stradale, secondo l'Agenzia Europea dell'Ambiente.

Nel tentativo di limitare le emissioni di CO2 l’UE ha fissato l’obiettivo di ridurre entro il 2030 le emissioni dei trasporti del 60% rispetto ai livelli del 1990.


L'UE mira a ottenere, entro il 2050, una riduzione del 90% delle emissioni di gas serra dovute ai trasporti rispetto ai livelli del 1990. Questo forma parte degli sforzi profusi per ridurre le emissioni di CO2 e raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 nel quadro della tabella di marcia del Green Deal europeo.



Emissioni dei trasporti in aumento

Un obiettivo così ambizioso non è facile da raggiungere, considerando che il tasso di riduzione delle emissioni ha di recente subito un rallentamento. Altri settori hanno tagliato le emissioni dal 1990, ma l’aumento della mobilità delle persone ha causato un incremento delle emissioni di CO2 nel settore dei trasporti.

Dopo un periodo di declino costante dei tassi di emissioni di CO2, nel 2017 si è infatti registrata una controtendenza: le nuove auto hanno emesso una media di 0,4 grammi di CO2 in più rispetto al quelle immatricolate nell’anno precedente.

Per frenare questa tendenza, l'UE ha introdotto nuovi target sulle emissioni di CO2, con lo scopo di ridurre le emissioni nocive di auto nuove e furgoni. I deputati hanno approvato le nuove regole nella sessione plenaria del 27 marzo 2019. Il 18 aprile dello stesso anno gli eurodeputati hanno anche approvato la proposta di tagliare, entro il 2030, le emissioni di CO2 dei nuovi autocarri del 30% rispetto ai livelli del 2019.

Allarga l'immagine: Infografica: evoluzione delle emissioni di CO2 in Europa per settore (1990-2019). 
Infografica: evoluzione delle emissioni di CO2 in Europa per settore (1990-2019).        
Come sono cambiati i tassi di emissione di CO2 nei diversi settori, dal 1990 fino al 2019  

In aumento le emissioni dei trasporti

Negli ultimi tre decenni l'unico settore a vedere un aumento delle emissioni di gas serra, è stato quello dei trasporti con un aumento del 33,5% tra il 1990 e il 2019.

Una riduzione significativa nelle emissioni di CO2 dei trasporti non sarà agevole, a causa di un rallentamento del tasso di riduzione delle emissioni. Le attuali proiezioni collocano la diminuzione delle emissioni nei trasporti al 22% entro il 2050, una percentuale decisamente inferiore alle ambizioni correnti.




Auto, fra i principali responsabili dell’inquinamento

Le emissioni di CO2 nel settore del trasporto passeggeri differiscono in base alla modalità di trasporto (stradale, ferroviario, aereo e marittimo). Per quanto riguarda il trasporto su strada in Europa, le autovetture sono fra i mezzi più inquinanti, considerato che generano il 60,7% del totale delle emissioni di CO2.

D’altro canto le auto potrebbero rientrare fra le modalità di trasporto più green se, anziché viaggiare da soli, ci fossero più passeggeri per singolo veicolo.

La media, però, di 1,7 passeggeri per auto in Europa permette ad altre modalità di trasporto, come gli autobus, di conquistare il titolo di alternative più green.

 

Le automobili fra i principali responsabili dell’inquinamento

Il trasporto stradale è responsabile di circa un quinto delle emissioni totali nell'UE.

Le emissioni di CO2 nel settore del trasporto passeggeri differiscono in base alla modalità di trasporto (stradale, ferroviario, aereo e marittimo). Per quanto riguarda il trasporto su strada in Europa, le autovetture sono fra i mezzi più inquinanti, considerato che generano il 60,6% del totale delle emissioni di CO2.

Nel 2018 il tasso medio di occupazione delle auto è stato di 1,6 passeggieri per auto. Pertanto, il car sharing (o il passaggio ai trasporti pubblici, in bicicletta ea piedi, potrebbe contribuire a ridurre le emissioni.



Cresce la popolarità delle auto elettriche, ma sono davvero più ecologiche?

Sono due i modi con cui si possono ridurre le emissioni di CO2 delle auto: rendendo i veicoli più efficienti oppure cambiando il tipo di alimentazione delle autovetture. Nel 2019 la maggior parte del trasporto stradale in Europa è stato alimentato a diesel (66,7%) seguito dalla benzina (24,55%).

Sebbene le auto elettriche stiano guadagnando grande popolarità, nel 2020 queste hanno rappresentato l'11% delle autovetture immatricolate.

Le vendite di veicoli elettrici (comprendente sia veicoli elettrici a batteria che veicoli elettrici ibridi e plug-in) sono aumentate dal 2017 e sono triplicate nel 2020, con l'inizio dell'applicazione degli attuali obiettivi di CO2. Nel 2020 i furgoni elettrici hanno rappresentato una quota di mercato pari al 2,3% delle immatricolazioni di furgoni nuovi.

Se ci si chiede quali siano i tassi delle emissioni di CO2 prodotte da un’auto bisogna tenere in considerazione non solo il CO2 prodotto durante l’uso del veicolo, ma anche le emissioni causate dalla produzione e dallo smaltimento del veicolo stesso.

La produzione e lo smaltimento di un’auto elettrica sono meno green di quelli delle auto con motore a combustione interna. I livelli delle emissioni di CO2 prodotti dalle auto elettriche variano, inoltre, in base al modo in cui l’elettricità è prodotta.

Ciononostante, tenendo conto del mix energetico medio in Europa, le auto elettriche hanno già dimostrato di essere più ecologiche rispetto ai veicoli a benzina o alimentati con altri carburanti derivati dal petrolio. Dal momento che ci si aspetta una crescita dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, le auto elettriche dovrebbero essere ancora meno dannose per l’ambiente, in special modo se si tiene conto delle misure messe in atto dall'UE per creare batterie più sostenibili.

Allarga l'immagine: Le emissioni di CO2 prodotte dalle autovetture nuove  
Le emissioni di CO2 prodotte dalle autovetture nuove        
Evoluzione delle emissioni di C02 g/KM prodotte dalle automobili nuove  

Gli sforzi compiuti per migliorare l’efficienza energetica delle nuove auto hanno anch’essi subito un rallentamento.


Obiettivi dell'UE per ridurre le emissioni del trasporto su strada

L'UE sta introducendo nuovi obiettivi per le emissioni di CO2, che mirano a ridurre le emissioni nocive delle autovetture nuove e dei veicoli commerciali leggeri (furgoni)


Nel luglio 2021 la Commissione Europea ha lanciato la proposta di ridurre, a partire dal 2025, un ulteriore 15% di emissioni di auto e furgoni ; tale riduzione è seguita da quella che si prefigge, entro il 2030, il taglio del 55% di emissioni auto e del 50% per i furgoni, in modo da raggiungere emissioni zero entro il 2035.

L'8 giugno in plenaria il Parlamento ha adottato la propria posizione negoziale, appoggiando sia l'obiettivo di emissioni zero entro il 2035 della Commissione, sia la revisione entro il 2030 degli obiettivi delle emissioni per auto e furgoni. L'Eurocamera può adesso avviare i colloqui con i paesi dell'UE.


Altre azioni dell’UE per ridurre le emissioni

Per ridurre le emissioni del trasporto su strada, l'UE intende integrare gli obiettivi di CO2 proposti per automobili e furgoni, con:

• un nuovo sistema di scambio di emissioni (ETS)per il trasporto su strada e per gli edifici
• aumento della quota di carburanti rinnovabili per autotrazione
• la rimozione dei vantaggi fiscali per i combustibili fossili
• una revisione della normativa sulle infrastrutture dei combustibili alternativi per ampliare la capacità

Per saperne di più sull'idrogeno rinnovabile, un carburante pulito all'esame degli eurodeputati.

Oltre a fissare degli obiettivi per le emissioni delle automobili, gli eurodeputati del Parlamento europeo stanno rivedendo alcune misure per navi e aereifra le quali: il sistema di scambio di quote di emissione nel trasporto marittimo ; la revisione del regime per l'aviazione; e la proposta di combustibili più sostenibili. Nonostante rappresentino solo l'8 % circa del totale emissioni UE, le emissioni del trasporto aereo e di quello marittimo sono in aumento.

Dai un’occhiata alla nostra infografica sui progressi dell’UE verso il raggiungimento degli obiettivi sui cambiamenti climatici per il 2020.