Coronavirus: alcune cose da sapere sui diritti dei passeggeri 

Aggiornato il: 
 
Pubblicato:   
 

Condividi questa pagina: 

Il tuo volo è cancellato a causa del COVID-19? Non vuoi o non puoi viaggiare? Scopri quali sono i diritti dei passeggeri nell’UE in questo periodo di crisi

Tutti i paesi dell’UE hanno introdotto misure di contenimento – dalle restrizioni ai viaggi alle chiusure e istituzioni di quarantene – per gestire la pandemia. Queste misure hanno un impatto significativo sul settore dei trasporti. Per questo motivo è importante essere a conoscenza dei propri diritti di passeggeri.

Il 18 marzo la Commissione europea ha presentato dettagliate linee guida per garantire una coerente applicazione dei diritti dei passeggeri nell’UE e proteggere i passeggeri in tutti i paesi europei.

Scopri che cosa sta facendo l'UE per contrastare il coronavirus


Che cosa succede se il mio volo viene cancellato?

Per tutti i voli cancellati, le compagnie aeree hanno l’obbligo di offrire ai passeggeri tre opzioni tra cui scegliere:

  1. il rimborso del volo
  2. l'imbarco su un volo alternativo non appena possibile
  3. l'imbarco su un volo alternativo a una data successiva a scelta del passeggero

L'imbarco su un volo alternativo non appena possibile può essere soggetto a notevoli ritardi dovuti al limitato numero di voli che operano attualmente a causa delle misure per contenere la diffusione del virus.

Ho diritto a una sistemazione in albergo e pasti in caso di cancellazione?

Le compagnie aeree devono fornire gratuitamente e senza eccezioni pasti, bevande e la sistemazione in albergo per i passeggeri il cui volo viene cancellato e che scelgono il volo alternativo nella prima data possibile.

Ho diritto a un risarcimento?

I passeggeri hanno diritto a un risarcimento se il volo viene cancellato nelle due settimane prima della partenza, ma non nel caso in cui la cancellazione sia dovuta a ‘circostanze eccezionali’. La pandemia del coronavirus ha portato le autorità pubbliche a disporre misure contro la normale mobilità aerea e potrebbe quindi ricadere tra le ‘circostanze eccezionali’.

Che cosa succede se decido di cancellare il mio viaggio?

Se il passeggero cancella il viaggio di propria iniziativa, il rimborso dipende dal tipo di biglietto acquistato, come specificato nei termini e condizioni del servizio. Si consiglia di consultare la compagnia aerea per maggiori informazioni al riguardo.

Mi è stato offerto un voucher al posto del rimborso. Quali sono i miei diritti?

I passeggeri hanno il diritto di scegliere tra voucher e rimborso per tutti i viaggi cancellati, inclusi i biglietti di voli, treni, autobus e traghetti, e per i pacchetti di viaggio. Secondo le linee guida dell'UE pubblicate il 13 maggio i voucher devono avere una validità minima di un anno e devono essere rimborsati entro un anno se non sono utilizzati. Le compagnie di trasporto devono essere flessibili: per esempio devono permettere ai passeggeri di fare lo stesso tragitto alle stesse condizioni di servizio. I voucher dovrebbero anche essere trasferibili a un altro passeggero.

L’Unione europea è l’unica zona al mondo in cui i passeggeri di aerei, treni, autobus o navi sono tutelati da un insieme di diritti.

Scopri che cosa fa il Parlamento europeo per proteggere i diritti dei passeggeri nell’Ue.

Evitare i voli ‘fantasma’

Le norme aeroportuali obbligano le compagnie aeree a gestire la maggior parte degli slot per decollo e atterraggio per evitare di perderli la stagione successiva.

Per fermare i cosiddetti voli ‘fantasma’, nella plenaria di giovedì 26 marzo, il Parlamento ha approvato la proposta della Commissione per sospendere temporaneamente le regole europee sull’assegnazione degli slot negli aeroporti. Le misure adottate sono state approvate dal Consiglio il 30 marzo e sono state applicate retroattivamente a partire dal 1 marzo e dal 23 gennaio per i voli tra l'UE e la Cina o Hong Kong.

Scopri la nostra cronologia sulle azioni dell'UE contro COVID-19