Procedura di discarico: il PE chiede nuove misure per proteggere la spesa UE 

Comunicati stampa 
Tornata 
 
 

Condividi questa pagina: 

  • Richiesta di massimali sulle sovvenzioni per distribuire il sostegno UE in modo più equo 
  • Maggiori finanziamenti per la Procura europea per combattere la frode transfrontaliera 
  • Il discarico del Comitato economico e sociale europeo e del Consiglio è stato rinviato 

Il Parlamento europeo ha concesso il discarico annuale alla Commissione e alla maggior parte delle altre istituzioni UE, ma chiede di rafforzare le regole per combattere le frodi.

Mercoledì, Il Parlamento ha concesso, con 499 voti favorevoli, 136 contrari e 56 astensioni, il discarico dei conti della Commissione per il 2018 (che coprono il 94% dell'intero bilancio dell'UE).

Nella risoluzione di accompagnamento, adottata giovedì con 514 voti favorevoli, 95 contrari e 84 astensioni, i deputati chiedono una protezione ancora più forte della spesa UE contro le frodi, la corruzione, il conflitto di interessi, l'abuso intenzionale e la criminalità organizzata, nonché una distribuzione più equa del denaro dell'UE.

Il Parlamento europeo ha concesso il discarico per l'anno 2018 alla maggior parte delle istituzioni dell'UE, adottando 52 relazioni di discarico e 52 risoluzioni di accompagnamento

Citazione

Dopo il voto, la relatrice per il discarico della Commissione, Monika Hohlmeier (PPE, DE), ha dichiarato: "Oggi il Parlamento invia un segnale forte, per una maggiore equità e trasparenza nella distribuzione dei sussidi UE, per il rafforzamento dello Stato di diritto e per la protezione dei piccoli e medi agricoltori contro l'appropriazione indebita di terreni, la cattiva condotta delle autorità nazionali o la pressione delle strutture criminali. Abbiamo bisogno di nuove leggi che impediscano alle strutture oligarchiche di attingere ai fondi UE per arricchire alcuni individui. I fondi UE sono denaro dei contribuenti e sono destinati alla maggior parte dei cittadini. Pertanto, chiediamo un tetto massimo per un importo massimo che una persona può ricevere come beneficiario effettivo".

Massimali nelle sovvenzioni per proteggere i fondi UE dagli oligarchi

Per evitare frodi e una ripartizione asimmetrica dei sussidi UE, la Commissione dovrebbe proporre un tetto massimo ai pagamenti diretti per persona fisica, rendendo impossibile ricevere sussidi per centinaia di milioni di euro durante un stesso periodo del Quadro Finanziario Pluriennale. La Commissione dovrebbe anche proporre regole per rivelare chi beneficia dei fondi agricoli, nonché informare il Parlamento europeo su chi sono i cinquanta maggiori beneficiari dei fondi UE in tutta l'UE.

I deputati chiedono inoltre che venga istituito un sistema informatico, aggiornato in tempo reale, sui pagamenti dei fondi UE per l'agricoltura e del Fondo di coesione, che includa informazioni sui beneficiari finali, e, nel frattempo, chiedono che il Parlamento europeo sia informato su chi sono i cinquanta maggiori beneficiari dei fondi UE in tutta l'UE.

Meccanismo di aiuto agli agricoltori per combattere il crimine organizzato

Citando casi in Italia (ai paragrafi 18 e 19) e in Slovacchia, i deputati chiedono un meccanismo di denuncia a livello UE, che consenta agli agricoltori di informare la Commissione quando si verificano casi di appropriazione indebita di terreni, di cattiva condotta delle autorità nazionali, di pressione della criminalità organizzata e di lavoro forzato.

Escludere il conflitto di interessi

Si chiede poi alla Commissione di presentare delle linee guida per combattere i conflitti di interesse dei politici di alto profilo e, al Consiglio, di adottare standard etici comuni a questo proposito. I deputati sono particolarmente preoccupati per la situazione in Cechia e chiedono alla Commissione di supervisionare i pagamenti alle società possedute direttamente e indirettamente dal Primo Ministro ceco.

Consentire al procuratore dell'UE di svolgere il proprio lavoro

Nella risoluzione si sottolinea come la nuova Procura dell'UE (EPPO - European Public Prosecutor's Office) abbia bisogno di almeno 76 posti supplementari e di 8 milioni di euro per il trattamento di circa 3000 casi all'anno.

No a finanziamenti UE se si viola lo Stato di diritto

La proposta di regolamento che consente di limitare i fondi per i paesi dell'UE in cui lo Stato di diritto è violato dovrebbe essere rapidamente approvata. Il Regolamento è attualmente bloccato in Consiglio.

Comitato economico e sociale europeo: affrontare le carenze prima dell'autunno

Con 669 voti favorevoli, 10 contrari e 11 astensioni, i deputati hanno votato per rinviare la decisione di discarico per il Comitato economico e sociale europeo, dandogli tempo fino a settembre 2020 per dare seguito alle raccomandazioni dell'OLAF di migliorare il suo codice di condotta e di risolvere rapidamente i presunti problemi legati alle molestie.

Nuova iniziativa per la cooperazione sul discarico del Consiglio

Per il decimo anno consecutivo, i deputati hanno rinviato il discarico al Consiglio, con 643 voti favorevoli, 37 voti contrari e 11 astensioni, dandogli tempo fino all'autunno per fornire le informazioni richieste dal Parlamento. Sono in corso i negoziati per una nuova iniziativa, lanciata dai deputati, per una nuova cooperazione col Consiglio in questo ambito.