Elezione del Mediatore europeo - 2019

All'inizio di ogni legislatura è necessario avviare la procedura per l'elezione del Mediatore europeo. Un invito a presentare candidature sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, serie C, il 30 agosto 2019.

Il Mediatore europeo è scelto tra personalità che siano cittadini dell'Unione in pieno possesso dei diritti civili e politici, che offrano piena garanzia di indipendenza e soddisfino le condizioni richieste nel loro Stato per l'esercizio delle più alte funzioni giurisdizionali o che siano in possesso di esperienza e competenza notorie per l'assolvimento delle funzioni di Mediatore.

Il Mediatore europeo detiene responsabilità considerevoli. Ricorrendo al Mediatore i cittadini europei sono in grado di ottenere riparazione qualora si verifichi un caso di cattiva amministrazione in un'istituzione, organo, ufficio o agenzia dell'Unione europea. Ogni anno il Mediatore presenta una relazione al Parlamento sui risultati delle sue indagini.

Per poter partecipare alla procedura di selezione, un candidato deve godere del sostegno di almeno 40 deputati al Parlamento europeo di almeno due Stati membri dell'UE. I candidati dichiarati ammissibili dovranno presentare le loro priorità nel corso di un'audizione organizzata dalla commissione per le petizioni. Il Parlamento europeo eleggerà il nuovo Mediatore a scrutinio segreto.

Affinché la procedura di elezione sia trasparente, i curriculum vitae dei candidati, così come le lettere di accompagnamento, saranno redatti e pubblicati sul sito web del Parlamento europeo a norma del regolamento (UE) 2018/1725 sulla tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni, degli organi e degli organismi dell'Unione e sulla libera circolazione di tali dati.


Il calendario della procedura di selezione è il seguente:

30 agosto 2019: pubblicazione dell'invito a presentare candidature nella Gazzetta ufficiale;
30 settembre 2019: termine per la presentazione delle candidature;
23 ottobre 2019: annuncio in Aula dei candidati ammissibili da parte del Presidente;
3 dicembre 2019: audizioni pubbliche dei candidati da parte della commissione per le petizioni.

Orientativamente, la votazione in Aula è prevista per la tornata di dicembre 2019 del Parlamento a Strasburgo.

Attualità

Invito a presentare candidature

Regolamento del Parlamento europeo

Trattato sul funzionamento dell'Unione europea

Informativa sul trattamento dei dati personali