Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
4 agosto 2003
E-2562/03
INTERROGAZIONE SCRITTA di Maurizio Turco (NI) al Consiglio

 Oggetto:  Compatibilità tra le violenze da parte del regime dittatoriale sudanese e l'accordo siglato dall'Unione eruopea con il Sudan
 Risposta(e) 

Premesso che secondo l'agenzia di stampa MISNA, nel corso di scontri, in atto da alcune settimane tra formazioni ribelli ed il governo di Khartoum, aerei Antonov dell'aviazione sudanese hanno colpito 25 villaggi nel nordovest dello stato occidentale del Darfur, utilizzando non meglio precisati "gas tossici" che avrebbero fatto 300 morti e più di 200 feriti.

Premesso che il governo del presidente Generale Omar Hassan Al Bashir non ha ancora risposto all'accusa di voler colpire la popolazione del Darfur, avanzata dall'esercito di liberazione popolare del Sudan (Sla-m) i colloqui di pace tra il governo del Sudan e lo Sla-m hanno subito un'ennesima battuta d'arresto e l'inizio dei colloqui, previsto per questa settimana, è stato rinviato al 3 agosto.

Premesso che lo scorso 11 luglio, la delegazione governativa ha rifiutato di accettare come base delle future discussioni l'accordo quadro presentato dai mediatori dell'Igad (Autorità intergovernativa per lo sviluppo), l'organismo regionale dei Paesi del Corno d'Africa che sta guidando l'intero negoziato, dopo che la delegazione dello Sla-m aveva espresso pubblicamente la propria soddisfazione per il documento. Premesso che da quando fu firmato nel luglio dell'anno scorso, non è stato dato alcun seguito al protocollo preliminare d'intesa tra le parti e sembra che il governo di Khartoum non abbia alcuna intenzione di perdere, o comunque di condividere, il controllo delle aree petrolifere del sud e dei relativi proventi nonchè delle nuove forze armate, che sono proprio gli strumenti con i quali il regime del dittatore Al-Bashir insanguina da anni il Sudan;

Può il Consiglio far sapere se:

intende, alla luce di questi fatti, denunciare l'accordo siglato il 10 dicembre scorso con il governo di Khartoum, dal momento che il governo sudanese utilizza in maniera indiscriminata il proprio arsenale militare e non dimostra di avere alcuna intenzione di attuare l'accordo di Machakos del luglio scorso;
ritiene che il regime dittatoriale di Al Bashir, colpevole di un vero e proprio genocidio nei confronti delle popolazioni non musulmane, potrà assicurare pace, benessere e sicurezza in Sudan;
intende prendere un'azione unitaria dell'Unione Europea in tutte le sedi multilaterali, a partire dalle Nazioni Unite, per aumentare la pressione internazionale nei confronti del governo di Khartoum ai fini dell'isolamento del suo sanguinario dittatore?

 GU C 84 E del 03/04/2004 (pag. 31)
Ultimo aggiornamento: 30 dicembre 2005Avviso legale