Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
22 ottobre 2003
E-3112/03
INTERROGAZIONE SCRITTA di Giacomo Santini (PPE-DE) , Elena Paciotti (PSE) , Luciana Sbarbati (ELDR) , Giovanni Pittella (PSE) , Generoso Andria (PPE-DE) , Enrico Ferri (PPE-DE) , Carlo Fatuzzo (PPE-DE) , Gianfranco Dell'Alba (NI) , Roberta Angelilli (UEN) , Stefano Zappalà (PPE-DE) , Paolo Pastorelli (PPE-DE) , Antonio Di Pietro (ELDR) , Mauro Nobilia (UEN) , Sebastiano Musumeci (UEN) , Michl Ebner (PPE-DE) , Roberto Bigliardo (UEN) , Catherine Guy-Quint (PSE) , Adriana Poli Bortone (UEN) , Fiorella Ghilardotti (PSE) , Monica Frassoni (Verts/ALE) , Franz Turchi (UEN) , Massimo Carraro (PSE) , Guido Bodrato (PPE-DE) , Francesco Musotto (PPE-DE) , Vincenzo Lavarra (PSE) , Vitaliano Gemelli (PPE-DE) e Giovanni Fava (PSE) alla Commissione

 Oggetto:  Politica d'informazione dell'UE. Base giuridica dei Carrefours Rurali Europei e degli Info Point Europe — IPE. Erogazione della sovvenzione di funzionamento per l'anno 2004: necessità ed urgenza
 Risposta(e) 

Considerato che:

il PE, ha sottolineato a più riprese, l'importanza che rivestono, nell'ambito della politica d'informazione e comunicazione, le reti create dall'UE negli Stati membri e di cui fanno parte i Carrefours rurali europei e gli Info Point Europa — IPE.
le comunicazioni(1) individuano le reti come "un patrimonio inestimabile per la loro esperienza, la loro flessibilità e immediata vicinanza ai rappresentanti della società civile e ai cittadini".
la Commissione ha sempre mostrato di credere in questa politica, come ben dimostra la risposta data, il 27.9.2002, dal Presidente Prodi ad una interrogazione scritta a firma di alcuni onorevoli parlamentari (E-2357/02(2)) nella quale affermava che "la comprensione delle azioni promosse e dei progetti realizzati dall'Unione progrediscono grazie alle reti di informazione".

Visto che tale nuova e imprevista situazione mette in discussione la sopravvivenza stessa delle reti e, in ogni caso, ne diminuisce drasticamente la capacità di dialogare con i cittadini, proprio in uno dei momenti cruciali della vita dell'UE, ove tale capacità andrebbe ulteriormente potenziata.

Potrebbe la Commissione far sapere:

se non ritenga opportuno agire tempestivamente al fine di non disperdere il patrimonio di relazioni, di contatti, di conoscenze e di beni materiali e immateriali costruiti in tanti anni di attività dalle reti di informazione dell'UE, elaborando una proposta di base legale che attribuisca personalità giuridica e, in ogni caso, permetta di considerare i Carrefours e gli IPE quali organismi delegati o quali organismi comunitari ai sensi degli articoli 54, 55 o 185 del Regolamento del Consiglio 1605/02.
se per l'anno 2004, intenda dare esecuzione alla linea di bilancio (16 5 01) da tempo deputata al finanziamento delle antenne d'informazione con modalità tali da consentire una valorizzazione, e non una penalizzazione, dei soggetti che hanno, da anni, investito in tale ambito?

(1)COM(2001) 354 def. e COM(2002) 350 def.
(2)GU C 92 E del 17.4.2003, pag. 158.
(3)GU L 248 del 16.9.2002, pag. 1.
(4)GU L 357 del 31.12.2002, pag. 1.

 GU C 70 E del 20/03/2004 (pag. 193)
Ultimo aggiornamento: 30 dicembre 2005Avviso legale